mercoledì, 19 Giugno , 2024
HomePoliticaMostra su Matteotti e Di Vagno in quattro comuni pugliesi

Mostra su Matteotti e Di Vagno in quattro comuni pugliesi

Due grandi figure del Novecento, due storie diverse accomunate dall’impegno, dalla lotta contro la dittatura fascista in una mostra itinerante ,promossa organizzata dall’Associazione nazionale partigiana di Altamura- Cassano delle Murge, Gravina, Santeramo e dall’Anpi dalla provincia di Bari, . Un evento, nel centenario del delitto Matteotti, organizzata in collaborazione con la fondazione Di Vagno che ha messo a disposizione il materiale della mostra . Non solo foto, ma anche approfondimenti su una stagione che è tanta parte della memoria e delle lotte per la libertà, la democrazia del nostro Paese, ”minato” da disegni pseudo riformisti (autonomia differenziata e premierato) che minano l’integrità della Costituzione . L’inaugurazione domani, 23 maggio, a Gravina , presso il museo civico in piazza Benedetto XIII. Interverranno Luigi Quaranta, consigliere della Fondazione Di Vagno, Anna Lepore segretario provinciale Anpi Bari, Giovanni Capurso storico e vicepresidente dell’Anpi di Corato. Gli interventi saranno preceduti dai saluti del sindaco Fedele Lagreca e dal presidente di Anpi Gravina, Rosa Fiore.Una mostra che, riporta una nota dei promotori che riportiamo più avanti,che venne organizzata in passato dalla Fondazione ‘’Di Vagno’’, curata da Vitantonio Leuzzi, Guido Lorusso, Gianna Granati e Alfonso Isinelli.

LA MOSTRA
Le sezioni ANPI di Altamura-Cassano delle Murge, Gravina e Santeramo in Colle in colle, e l’ANPI Provinciale di Bari, hanno deciso di rendere omaggio alla memoria di Giacomo Matteotti, martire della resistenza civile alla dittatura fascista, portando nei quattro comuni della Murgia, la

Mostra storico – documentaria “Giuseppe Di Vagno e Giacomo Matteotti fra Storia e Memoria” messa a disposizione dalla Fondazione Di Vagno.

Una Mostra sempre attuale che mette in parallelo le storie dei due politici italiani che hanno lottato, sacrificando la loro vita, per l’opposizione alla dittatura fascista e le cui biografie rivelano diverse analogie.

Il loro insegnamento e quello di tante altre vittime della crudeltà del fascismo, animò la Resistenza dei Partigiani contro i nazifascisti, in difesa dei valori della libertà, della pace, della democrazia, della legalità, dell’uguaglianza, valori sanciti dai padri e dalle madri costituenti nella Costituzione italiana che dobbiamo sempre cercare di attualizzare e attuare.

In ogni Comune la Mostra verrà inaugurata con la presenza degli organizzatori, amministratori e relatori e si svolgeranno in concomitanza iniziative che comprenderanno momenti di riflessione e approfondimenti affidati a scrittori, storici, esperti del tema e anche a forme ed espressioni artistiche diverse.
Nei prossimi giorni sarà data comunicazione degli eventi correlati alla Mostra nei vari Comuni con relativi dettagli.
La cittadinanza tutta è invitata a partecipare.

UN DELITTO D UN SECOLO FA

Centenario della morte di Giacomo Matteotti.
10 Giugno 1924 IL DELITTO MATTEOTTI
“Nascita di una dittatura”.

Il 10 giugno del 1924 Giacomo Matteotti, deputato socialista, veniva barbaramente assassinato a Roma da 5 sicari della CEKA, la segreta polizia politica fascista, capeggiati da Amerigo Dumini.
Seguì un processo farsa e successivamente fatti e circostanze hanno acclarato che il vero mandante fu Mussolini.
Il 10 Giugno 2024 ricorre il Centesimo anniversario del delitto Matteotti. In tutta Italia si stanno svolgendo iniziative che dureranno tutto l’anno, per riportare alla memoria e alla conoscenza questo periodo buio della storia del nostro paese perché niente sia dimenticato e perché venga messa in luce la figura esemplare di Giacomo Matteotti. Non si può certo dimenticare il suo contributo alle conquiste dei braccianti e degli operai, o il suo impegno per la pace e le forme insurrezionali di lotta contro l’entrata del paese nella Grande guerra, o l’opposizione alla legge elettorale che già da allora creava false maggioranze, e il tentativo di indebolire il Parlamento con la grave crisi del sistema democratico. Tutti temi di una estrema attualità che possono sicuramente fungere da monito oggi..

Per questo, le sezioni ANPI di Altamura-Cassano delle Murge, Gravina e Santeramo in colle, e l’ANPI Provinciale di Bari, hanno deciso di rendere omaggio alla memoria di Giacomo Matteotti, martire della resistenza civile alla dittatura fascista, portando nei quattro comuni della Murgia, la Mostra storico – documentaria “ Giuseppe Di Vagno e Giacomo Matteotti fra Storia e Memoria” a cura di Vito Antonio Leuzzi, Guido Lorusso, Gianna Granati e Alfonso Isinelli. messa a disposizione dalla Fondazione Di Vagno.

Una Mostra sempre attuale che mette in parallelo le storie dei due politici italiani che hanno lottato, sacrificando la loro vita, per l’opposizione alla dittatura fascista e le cui biografie rivelano diverse analogie. Il loro insegnamento e quello di tante altre vittime della crudeltà del fascismo, animò la Resistenza dei Partigiani contro i nazifascisti, in difesa dei valori della libertà, della pace, della democrazia, della legalità, dell’uguaglianza, valori sanciti dai padri e dalle madri costituenti nella Costituzione italiana,valori sempre attuali.
La Mostra e le iniziative ad essa correlate si avvarranno del patrocinio dei Comuni di Altamura, Gravina in Puglia, Santeramo in colle e Cassano delle Murge, oltre al patrocinio della Casa Museo Giacomo Matteotti e del Comitato celebrazioni in Puglia, rete docenti 1924-2024
L’itinerario della mostra:
− Gravina in Puglia dal Giovedi 23 Maggio 2024 al Sabato 1 Giugno 2024
Museo Civico, Piazza Benedetto XIII.
− ⁠Altamura dal Lunedì 3 Giugno al Mercoledì 12 Giugno 2024
Conservatorio Santa Croce, Via Santa Croce.
− ⁠Santeramo in colle dal Venerdì 14 Giugno al Sabato 22 Giugno 2024
Sala Don Tonino Bello del Palazzo Marchesale.
− ⁠Cassano delle Murge dal Martedì 1 Ottobre al Giovedì 31 ottobre 2024
Pinacoteca comunale nel Palazzo Miani Perotti.

In ogni Comune la Mostra verrà inaugurata con la presenza degli organizzatori, amministratori e relatori e si svolgeranno in concomitanza iniziative che comprenderanno momenti di riflessione e approfondimenti affidati a scrittori, storici, esperti del tema e anche a forme ed espressioni artistiche diverse.
Nei prossimi giorni sarà data comunicazione degli eventi correlati alla Mostra nei vari Comuni con relativi dettagli.
La cittadinanza tutta è invitata a partecipare.

21 maggio 2024

Le Presidenti delle Sezioni ANPI di Altamura, Gravina in Puglia, Santeramo in colle
Lucia Perrone, Rosa Fiore , Rosa Dimita.

RELATED ARTICLES

Rispondi

I più letti