Montescaglioso (25/6/22): Presentazione del libro “Fausto Gullo – Un comunista nella storia d’Italia”.

Sabato 25 giugno 2022, dalle ore 19.30, Piazza Racamato (nei pressi di Corso della Repubblica e della millenaria Abbazia benedettina di San Michele Arcangelo) ospiterà la presentazione del libro “Fausto Gullo – un comunista nella storia d’Italia”, (Rubbettino Editore, prefazione  curata da Aldo Tortorella), scritto dall’on. Giuseppe Pierino, alla Camera dei Deputati nelle file del Partito Comunista Italiano dal 1979 al 1987; è stato dirigente sindacale e di partito in Calabria, sua regione di provenienza.

All’iniziativa sarà presente l’autore; i lavori saranno moderati dal prof. Giovanni Caserta, autore di numerose pubblicazioni in volume, già docente di lettere italiane e latine presso il Liceo Classico “E. Duni” di Matera e consigliere regionale (PCI) dal 1975 al 1980; alla presentazione interverranno il sen. Filippo Bubbico, già Sottosegretario di Stato allo sviluppo economico, Viceministro dell’Interno e Presidente della Regione Basilicata; l’avv. Michele Porcari, sindaco della Città di Matera dal 2002 al 2007.

Fausto Gullo (Catanzaro, 16 giugno 1887 – Macchia di Spezzano Piccolo, 03 settembre 1974) per il suo impegno in favore della riforma agraria, in contrasto al latifondismo, fu soprannominato “Ministro dei contadini”. Nel 1921 aderì al Partito Comunista d’Italia (PCd’I); nel 1924 fu eletto deputato ma la sua elezione venne annullata dai Fascisti. Nel corso del ventennio fu il punto di riferimento del movimento antifascista calabrese e conobbe anche l’esperienza del confino politico. Nel mese di aprile 1944 fu nominato ministro dell’agricoltura nel secondo governo di Pietro Badoglio, nel quale erano presenti, dopo vent’anni, i partiti antifascisti. Ricoprì l’incarico sino al 1946, nel Secondo governo di Alcide De Gasperi. Dal 14 luglio 1946 al 1º giugno 1947 fu Ministro di grazia e giustizia (al posto di Palmiro Togliatti). Eletto deputato all’Assemblea Costituente, dal 1948 al 1968 fu riconfermato, ininterrottamente, alla Camera dei deputati, sempre nella circoscrizione di Catanzaro – Cosenza – Reggio Calabria. Nel 1972 si ritirò dalla vita politica attiva. Nel 1922 aveva dato vita al giornale “Calabria proletaria”, organo regionale del partito comunista, dedicando particolare attenzione al mondo contadino; nel settembre 1924, insieme con F. La Camera, aveva fondato il settimanale comunista “L’Operaio”. Fu direttore responsabile del giornale “Ordine proletario” (1941 – 1942). Gullo è stato autore di altri scritti che hanno affrontato le tematiche relative al mondo contadino, emigrazione e riforme, oltre ai lavori dell’attività parlamentare.

Related posts

Rispondi