A pochi giorni dal voto cominciano a volare stracci. Alcuni in sordina, altri in modo più appariscente. E’ il caso della coalizione che si è aggregata intorno alla candidatura a sindaco di Pasquale Doria che contava su due liste “Matera civica” e Matera libera”: la prima ha conseguito 2.175 voti (6,52%) e la seconda 359 voti (1,08%), mentre Doria ha beneficiato del voto disgiunto ed ha ottenuto 3.526 voti pari al 10,21% e 992 voti in più della somma dei voti delle due liste. Un successo.

Un successo che però nell’essere legittimamente rivendicato da Doria, nella conferenza stampa di ieri, sembra che abbia dimenticato per strada una delle due gambe della sua squadra ed esattamente “Matera libera” che non sarebbe stata citata e addirittura nemmeno invitata all’incontro con i media (almeno a giudicare da quanto afferma in modo poco amichevole il portavoce di questa lista).

A fronte di questo “sgarro” Emanuele Adamo, portavoce per l’appunto di Matera libera, disconosce Pasquale Doria da cui dichiara la separazione e lo accusa di ingratitudine oltre che di dire falsità.

Perchè scrive Adamo “indebitamente MATERA CIVICA si appropria dell’intero risultato elettorale ” considerato che il voto personale a Doria sarebbe  “un risultato frutto dell’intenso lavoro espresso dall’intera coalizione i cui voti, gran parte di essi per l’effetto disgiunto su cui Matera Libera ha puntato, senza smentite, è da attribuire in gran parte solo allo staff di MATERA LIBERA.

Insomma Doria è accusato di appropriarsi di tutta la vittoria!

Ma ecco il testo integrale del comunicato a firma di Emanuele D’Adamo:

MATERA CIVICA E DORIA: UN FALSO IDEOLOGICO CHE LEDE L’IMMAGINE DI MATERA LIBERA.

“Le nostre strade con il candidato Sindaco Doria e la lista alleata MATERA CIVICA si dividono qui.

Lo dichiara il portavoce del Movimento politico MATERA LIBERA, Emanuele D’Adamo, nella circostanza in cui il Comitato Direttivo del movimento indipendente di MATERA LIBERA, in occasione del ballottaggio elettorale alle comunali previsto per il 04 e 05/10/2020, ha preso atto di un documento reso pubblico dall’organo di stampa Sassilive con il quale la lista alleata, MATERA CIVICA, ha ufficialmente dichiarato: “..di essere la prima lista civica della città di Matera con 3.526 volte.. grazie Matera ”.

Un falso ideologico, una reale falsità, che danneggia l’immagine non solo di MATERA LIBERA e della coalizione Doria ma l’immagine di tutte le liste che hanno cavalcato l’intero palcoscenico politico, di destra o di sinistra che con dignità si sono bene e anche meglio distinte per voti acquisiti;

un falso legale, un falso di comunicazione, con il quale indebitamente MATERA CIVICA si appropria dell’intero risultato elettorale come a tutti noto indirizzato e acquisito solo dal Candidato sindaco Doria;

risultato che, si sottolinea, è il montante di tutti i voti indirizzati solo al candidato Doria;

un risultato frutto dell’intenso lavoro espresso dall’intera coalizione i cui voti, gran parte di essi per l’effetto disgiunto su cui Matera Libera ha puntato, senza smentite, è da attribuire in gran parte solo allo staff di MATERA LIBERA.

Un risultato acquisito dal candidato Doria che, come e noto, va ben oltre il 10%; un complessivo numero di voti pari nn. 3.526 che ha permesso allo stesso Doria di divenire unico Consigliere comunale della coalizione.

Si precisa inoltre, che nella circostanza, poiché nella recente Conferenza Stampa nella sua qualità di neo consigliere, Doria così ha dichiarato: “ ..nessun accordo sottobanco verrà fatta…”, MATERA LIBERA, non avendo ricevuta alcuna comunicazione di partecipazione alla conferenza; non essendo stata partecipe all’incontro giornalistico, all’unanimità dei candidati e del coordinamento, comunica che nessuna autorizzazione è stata espressa al consigliere Doria circa il futuro politico di Matera Libera.

Pertanto si ufficializza che Matera Libera, nella circostanza del ballottaggio elettorale in corso, nel ringraziare vivamente i propri elettori, dichiara di essere attualmente ed in modo assoluto, totalmente svincolata da quella che può definirsi “ex coalizione Doria”.

Matera, 26.9.2020

Emanuele dr. D’ADAMO

Per completezza rispetto a chi legge riportiamo a seguire l’articolo di Sassilive.it a cui fa riferimento D’Adamo nel suo comunicato stampa:

Matera Civica prima lista civica della città: “3526 volte grazie Matera”, Consigliere comunale Pasquale Doria: “Nessun accordo sottobanco, non vogliamo poltrone, nostra storia lontana dal neo-liberismo”

Matera Civica prima lista civica della città: “3526 volte grazie Matera”, Consigliere comunale Pasquale Doria: “Nessun accordo sottobanco, non vogliamo poltrone”.

Dopo l’ottimo risultato elettorale ottenuto alla sua prima partecipazione ad una competizione elettorale cittadina la lista Matera Civica guidata dal candidato sindaco Pasquale Doria, prossimo ha convocato nel pomeriggio una conferenza stampa per ringraziare gli elettori e spiegare quale sarà la scelta politica in vista del ballottaggio del 4 e 5 ottobre per l’elezione del nuovo sindaco di Matera.

Il candidato sindaco Pasquale Doria, che ha ricevuto 3526 voti, dichiara: “Abbiamo lavorato nel solo interesse della comunità, senza chiedere nulla in cambio, generosamente e con il sostegno di tanti che hanno assicurato il loro impegno personale in questa iniziativa politica partita dallo scorso ottobre, che non si ferma. Il bene comune rimane l’orizzonte certo verso cui sono diretti i passi del nostro cammino.

Nei quartieri, nelle piazze, nelle strade e in mezzo ai cittadini abbiamo registrato un messaggio chiaro. E’ emersa limpidamente una ritrovata voglia di fare politica lì dove l’agibilità del gioco delle libere opinioni è apparso spesso soffocato e offeso.

Abbiamo interrotto questa sospensione e ci abbiamo messo la faccia e le nostre idee, lo abbiamo fatto a mani nude e imprimendo un’ulteriore maturazione al nostro capitale più grande: quello umano.

Adesso è arrivato il momento di comunicare come intendiamo mettere a disposizione della città il riconoscimento che ci ha affidato l’elettorato. Annunciamo la nostra disponibilità a discutere in termini organici con le forze democratiche, senza nessuna pretesa, e a lavorare per il bene supremo della città.

Voglio essere chiaro: se si devono fare degli accordi con la coalizione guidata dal candidato sindaco Bennardi si devono fare alla luce del sole. Non vogliamo poltrone. Ma sicuramente non ci saranno accordi sottobanco per questo motivo.

Se non si raggiungerà un’intesa trasparenze a beneficio di chi dovrà andare a votare al ballottaggio credo che il voto al ballottaggi rispecchierà la storia politica dei suoi componenti, lontana dal neo-liberismo.

In ogni caso anche in questa campagna elettorale Matera Civica continuerà con la linea del fair-play, considerando tutti avversari politici e non nemici”.

Michele Capolupo

(PS. Per qualche ora è circolata una versione dei questo articolo con un errore nel titolo “Matera civica” al posto di “Matera libera”. Ce ne scusiamo con i lettori e con gli interessati, sebbene dalla lettura dell’articolo fosse tutto chiaro.)