Lanterne arcobaleno nel cielo di Matera è l’iniziativa con cui Volt Matera aderisce alla manifestazione nazionale per sostenere l’approvazione della legge contro l’omotransfobia e la misoginia.

L’appuntamento è per domani, 17 ottobre alle ore 19, in piazzetta Pascoli dove partiti e associazioni si incontreranno per tutelare, con un gesto altamente simbolico, le persone Lgbt+ e le donne.

Alla manifestazione hanno già dato la loro adesione  Arcigay Basilicata, RiSvolta, Giovani Democratici, Agedo, associazione B&B e Collettivo Donne Matera.

Puntiamo a introdurre politiche che superino ogni genere di disparità e discriminazione – afferma Francesco Ambrosecchia, rappresentante di Volt Matera attivo nella difesa dei diritti – .

“L’iniziativa parlamentare dell’onorevole Alessandro Zan si muove esattamente in questo senso – prosegue Ambrosecchia -, in quanto allinea l’Italia a molte realtà normative europee; un’iniziativa che non limita in alcun modo gli orientamenti di pensiero, ma si limita a perseguire penalmente chiunque aggredisce, organizza o provoca atti di discriminazione e violenza contro persone di diversi orientamenti sessuali. Una proposta che, inoltre, tutela il ruolo delle donne nella società, ruolo che non può essere messo in discussione da logiche retrive e maschiliste”.

Volt auspica che Matera sia un modello di senso civico ed esempio culturale di inclusione, di amore e soprattutto di rispetto e dignità umana – conclude Ambrosecchia -. Non si può più essere indifferenti alla violazione di qualcosa che riguarda tutti, quali la libertà e il diritto di essere ed amare“.

L’iniziativa si svolgerà nel pieno rispetto delle norme anti-covid: mascherine, distanziamento, no assembramenti.