Che il PD non sia mai diventato un partito per davvero è qualcosa che da tempo anche nel nostro piccolo scriviamo. Che nel tempo questa verità sia sempre più venuta a galla è un dato che le cronache ci rimandano. Come pure che sia stato sostanzialmente un condominio con una sola tensione quello di stare al governo, senza una prospettiva, una identità, una cultura ben definite. Spesso una guerra tra bande, un continuo litigar tra fratelli coltelli, con il colpo di grazia assestato dal renzismo che ha messo a nudo tutta la pochezza di questa costruzione fatta a forza, un’amalgama mal riuscita come la defini un autorevole ora ex PD.

Ma nel mentre a Roma è andata in scena prima l’ennesima dimissione di un segretario per gli accoltellamenti interni e con le beghe correntizie che stanno persino derubricando la pur notevole questione della presenza femminile nei piani alti a sciatteria, sul territorio c’è ancora comunque qualcuno che ci crede ancora in questa entità che ora è stata affidata nelle mani taumaturgiche di Letta.

Accade così che a Policoro a fronte di un partito inesistente i giovani dem nel loro piccolo s’incazzano e lo dicono ad alta voce che così non va, con una assenza totale di una qualsiasi attività, ed urlano a chi dovrebbe essere classe dirigente locale, ma abdicante: “Ora Basta“!

E pretendono che chi di dovere colmi quel “vuoto cosmico” che loro avvertono e che anche se così non fosse loro sono hanno alcuna intenzione di “scomparire, nascondersi” ed, anzi, invitano i giovani della cittadina a dargli man forte. Una determinazione che è, comunque la si pensi, una ricchezza per la democrazia.

Ecco a seguire il loro grido di battaglia…..

 E il PD di Policoro? 

Esiste un tempo per stare calmi, zitti e sopportare. Ma esiste anche un tempo per reagire, cambiare e dire “Ora Basta!”
Il Partito Democratico di Policoro esiste ma non si vede, è come il concetto di Dio, o ci credi o non ci credi.
-L’ultima riunione? Giugno 2019.
-La Segretaria? Inesistente.
-La Segreteria? Mai costituita.
-Il Direttivo? Mai operante.
-La Sezione? Al buio.
-La Capogruppo in Consiglio? Agisce per sé e al massimo per qualche suo collega, non sicuramente in Nostro nome, senza mai interloquire e coinvolgere l’organizzazione giovanile e i tesserati del Partito.
-E l’Amministrazione? L’inesistenza del Partito, che dovrebbe essere il trait d’union tra cittadini e amministratori, si ripercuote inevitabilmente anche, e purtroppo, sull’operato dell’Amministrazione, non avendo alcuna linea politica da seguire.
In questi giorni, in tutti i circoli del PD, dalle Alpi alla Sicilia, si discute sul documento del neo Segretario Enrico Letta e sul futuro del Partito.
A Policoro? Il Vuoto Cosmico.
In questi anni, i Giovani Democratici hanno agito da Partito senza avere un Partito, nonostante i mille ostacoli che ci sono stati frapposti, sin dal principio, da chi ha contribuito a distruggere questo Partito.
Troppe Compagne e troppi Compagni, troppe Amiche e troppi Amici, hanno deciso di abbandonare il Partito perché sfiduciati e stanchi.
ORA BASTA !!! O SI CAMBIA O SI MUORE!!!
Ma a scomparire e a nasconderci non saremo di certo NOI.
NOI continueremo a far Politica e a percorrere la strada che abbiamo tracciato affinché passi la notte buia e tempestosa in cui siamo sprofondati e ritorni a splendere la Primavera.
Ed è per questo che lanciamo un appello a tutti i GIOVANI della nostra città: le porte dei GD sono sempre aperte a tutte e tutti. Ai giovani che guardano alla Politica nell’accezione più pura del termine. A chi ha a cuore Policoro e il suo futuro. A chi non ha paura e ha il coraggio di osare. A tutti Voi diciamo: “Insieme possiamo Cambiare e dare, finalmente, un taglio netto al passato.”
“Alea iacta est”, il dado è ormai tratto, la Primavera è giunta e non si torna più indietro.

Giovani Democratici Policoro