“All’alba della lotta ad una seconda ondata di contagi, il nostro sistema sanitario deve fare i conti, non solo con il virus incalzante, ma anche e soprattutto con gli effetti collaterali del Covid-19.”

E’ quanto scrive in una nota il Forum Giovani Democratiche Basilicata in cui si legge ancora che:

“È innegabile, infatti, che l’emergenza sanitaria abbia rallentato l’erogazione di alcuni servizi di primaria importanza tra cui operazioni chirurgiche, accertamenti e screening oncologici.

A partire dal primo Ottobre, il Ministro Speranza ha dato il via alla “Campagna del Nastro Rosa 2020”, alla quale anche Noi Giovani Democratici di Basilicata abbiamo aderito e finalizzata alla diffusione della cultura e della lotta al carcinoma mammario.

Recuperare accertamenti di questo genere è assolutamente necessario: basti pensare che, grazie allo screening preventivo, 8 pazienti su 10 riescono a sconfiggere la malattia.

Apprendiamo, ciononostante, che 5.000 donne in provincia di Potenza e 10.000 in provincia di Matera attendono inutilmente di sottoporsi a tale misura di prevenzione.

Con tutte le ragazze dei Giovani Democratici di Basilicata chiediamo a gran voce, maggiore impegno all’assessore regionale Leone affinché intervenga tempestivamente per riassestare le attività di screening oncologici e tutelare il diritto alla salute dei lucani che non può assolutamente interrompersi, pur in una fase complicata come questa.”