domenica, 14 Aprile , 2024
HomePoliticaFragasso ( Fdi) all’esordio: Caro sindaco, il treno è partito…

Fragasso ( Fdi) all’esordio: Caro sindaco, il treno è partito…

…e,a giudicare dalla voglia di fare del neo consigliere comunale Daniele Fragasso, che ha aderito al gruppo consiliare di Fratelli d’Italia ( dove già militano Toto Augusto e Mario Morelli) sembrano tornati i tempi della civica ‘’Matera si muove’’, distintasi per proteste e proposte, anche lungimirante per consolidare il rapporto tra Matera e la Puglia. Un’altra stagione della politica che affonda le radici nella Destra sociale di figure illuminate come Pinuccio Tatarella e operative come Adriana Poli Bortone, quest’ultima assessora comunale al Turismo nelle prima fase della consiliatura guidata dall’ex sindaco Raffaello De Ruggieri. Esperienza interrotta per ‘’assenza delle condizioni’’ ad andare avanti e che portarono all’ingresso del Pd nella seconda fase amministrativa, fino alla conclusione di Matera 2019. E Fragasso, subentrato al dimissionario ing Rocco Luigi Sassone, candidato sindaco nel 2020 per il centrodestra, ha colto l’occasione del discorso di insediamento per togliersi dalle scarpe più di qualche sassolino, citando progetti rimasti a metà anche a causa dello scarso di impegno di ex colleghi di partito, come Massimiliano Amenta, passati al campo avverso. Ma ci sono anche i problemi di oggi, tra servizi e disservizi, che vanno presi di petto e risolti una volta per tutte. Il giovane consigliere di Fdi assicura battaglia e impegno dai banchi dell’opposizione e al sindaco e alla sua traballante maggioranza manda a dire che ‘’il treno è partito…’’ Pronto per una campagna elettorale di alternativa. In primavera per le regionali, poi toccherà al Comune…

L’INTERVENTO DI DANIELE FRAGASSO
Buonasera, saluto il Presidente e il consiglio tutto che ringrazio per la votazione favorevole al mio ingresso nella massima assise comunale.
Ringrazio Rocco Sassone per l’ottimo lavoro svolto fin qui in favore della nostra città ricoprendo un ruolo sempre costante e puntuale nella sua attività di consigliere di opposizione.
In realtà come ben sapete il mio è un ritorno nel consiglio comunale della città che amo e per la quale con il mio gruppo ho condotto battaglie dentro e fuori le istituzioni ormai da molti anni. Certamente non mi trovo oggi, qui, per il caso o perché abbiamo vinto un gratta e vinci in una tabaccheria (…). Il mio passato e la mia formazione politica affondano le radici nel fertilissimo terreno della destra sociale italiana, quella destra che negli anni nel nostro sud ha avuto riferimenti autorevoli in uomini e donne come Pinuccio Tatarella e Adriana Poli Bortone fino alle ottime nostre rappresentanze materane che si sono sempre battute , e continuano a farlo, per una città sempre protagonista nel panorama nazionale e oltre. Ed è per questo che sin da oggi annuncio il mio passaggio e il mio ingresso in quel partito che è stato e che ancora oggi sento casa mia. Aderisco con convinzione e anche un po’ di emozione al gruppo consiliare di FRATELLI D’ITALIA.

Sono ben note le nostre battaglie: chi non ricorda l’impegno e la prima raccolta firme per la realizzazione della radioterapia all’ospedale di Matera, cantiere che siam ben lieti di sapere sia partito e per il quale speriamo tempi brevissimi. Come non citare la nostra spinta per realizzare il completamento della tangenziale a Matera, che solo un ex Sindaco sordo alle nostre richieste , salvo poi pentirsene a pochi giorni dalla fine del suo mandato, ha impedito l’avvio di un progetto di vitale importanza per decongestionare il traffico del centro cittadino.
Nemmeno posso esimermi dal menzionare i nostri continui interventi CONTRO un atteggiamento passivo, quando non da scendiletto, di alcuni nostri amministratori nei confronti delle FAL . Gente che senza vergogna ha abdicato al proprio ruolo per far decidere alle fal il destino della nostra mobilità interna ed esterna. Alcuni di loro ancora oggi hanno rappresentanza in questa assise. Vi conosciamo molto bene.. vero assessore Amenta.. oggi sei diventato amico loro! Ricordi anche di quando allora assessore della nostra compagine politica(prima del tuo salto nel vuoto) cercammo di convincere l’allora sindaco De Ruggieri che fare un progetto sullo stadio che unisse il calcio al commercio e alla realizzazione di parcheggi sotterranei fosse una scelta intelligente e utile? Non riuscimmo .. o per mancanza da parte tua di intraprendenza o per l’ennesimo orecchio da mercante dell’ex sindaco.
Non che oggi una semplice operazione di maquillage sullo stadio riesca a dare a questa dormiente amministrazione il lustro che spera di ottenere.
I materani vi hanno già pesato. La città ha già capito chi siete.
L’unico lavoro pubblico degno di rilevanza, che tra l’altro non ci appassiona, sono i lavori di piazza Visitazione. Per il resto la città è sporca e il servizio di raccolta differenziata scadente. Sulla discarica mi riservo nei prossimi giorni di richiedere agli uffici documentazione approfondita per capirne condizioni e eventuali interventi programmati per cui gli abitanti di La Martella sono già sul chi va là.

In questi 3 anni non è stato fatto nulla per migliorare la viabilità; sulla sicurezza stradale se da un lato sono stati installati rallentatori qua e là, abbiamo dovuto subire mesi di semafori spenti e conseguenti incidenti agli incroci principali di Matera.
Si segnalano inoltre strade piene di buche e al buio per la nuova illuminazione pubblica.
Sul turismo: operatori lasciati al proprio destino e alle proprie forze. Totale mancanza di offerta culturale che si è tradotta in scarsità dell’offerta turistica.
Sul commercio : negozianti MATERANI ignorati nelle richieste e umiliati dalle bancarelle napoletane sistematiche in piazza Vittorio Veneto con i loro prodotti campani.
Per il resto, caro presidente, caro sindaco, si segnalano solo il vostro aumento di stipendio, la vostra compravendita di consiglieri comunali, i vostri viaggetti inutili per l’Italia a spese dei materani, targhe, selfies, ricchi premi e cotillons. Ma i materani hanno capito e se questa amministrazione, dai numeri risicati, riuscirà a ad arrivare a fine mandato state pur certi che sarà stata la vostra prima ed ultima esperienza al governo di questa città . Il treno è partito!

RELATED ARTICLES

Rispondi

I più letti