“Dal 6 Settembre, la delegazione di FI Matera è presente al campus Everest 2019 con l’intento di confrontarsi sui temi del futuro dell’Italia e per portare la propria esperienza insieme al Consigliere Regionale Enzo Acito, l’Onorevole Michele Casino, il Senatore Giuseppe Moles ed il segretario Cittadino Eustachio Di Lena.”

E’ quanto reso noto in un comunicato stampa che così prosegue:

“Nella tre giorni di dibattiti, si sono susseguiti gli interventi dei Big Nazionali del partito, ma anche numerosi Amministratori e Sindaci degli enti locali.

All’importante appuntamento ha preso parte anche il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, il quale ha parlato di autonomie locali e di come si stia lavorando al fine di riorganizzare la macchina amministrativa della Regione Lucana.

Dalle varie voci è emersa la necessità di una maggiore presenza sul territorio e di un ritorno alla politica partecipata.

Il senatore Moles, infatti, ha sottolineato: “È facile stare in un partito quando le cose vanno bene. Dobbiamo cominciare a recuperare credibilità rilanciando il lavoro di Forza Italia dappertutto”.

Per l’onorevole Casino è indispensabile tornare ad essere la voce del mondo dell’imprenditoria, dal quale è nata FI per combattere l’asfissia della burocrazia e rilanciare l’economia del paese.

L’assessore regionale Acito, invece, ha affrontato le questioni della fuga di cervelli e del gap tra Nord e Sud recuperabile in tempi brevi solo attraverso investimenti al Sud su infrastrutture immateriali.

Per il segretario cittadino, Di Lena, anche quest’anno, il Campus Everest ha rappresentato un momento di riflessione interno al partito che attrae sempre più giovani, decisamente non invaghiti dallo sciacallaggio populista.

Di Lena ha poi dichiarato: ”È un momento di confronto interno che ci arricchisce e ci prepara, grazie allo scambio culturale con i partecipanti provenienti da ogni luogo del paese, all’amministrazione della cosa pubblica, oltre a ridarci la voglia di lottare per gli interessi di tutti anche negli enti in cui spesso lo strapotere della Sinistra ci fa perdere lo stimolo ad andare avanti”.