Devono fischiare di brutto le orecchie al Sindaco che ancora una volta viene “egregiamente” invitato a farla finita con uno “spettacolo” definito “indecoroso“, a prendere atto che questa “mini-maggioranza” già non c’è più.

A farlo sono persone “informate sui fatti” come si direbbe in altri ambienti, per l’appunto i seguenti consiglieri comunali: Carlo Antezza, Nunzia Antezza, Rocco Buccico, Marco D’Andrea, Eustachio Di Lena, Daniele Fragasso, Paolo Manicone, Antonio Materdomini, Antonio Sansone, Vito Sasso, Giovanni Scarola, Augusto Toto e Vito Tralli.

Ecco a seguire cosa “comunicano” al primo cittadino.

Egregio Sindaco,
quando, solo qualche giorno fa, abbiamo detto che lo spettacolo (indecoroso) stava per iniziare e che avremmo assistito un nuovo ‘Riso amaro’, non l’abbiamo detto per caso.

I tempi dei proclami, delle frasi ad effetto non convincono più nessuno e crediamo seriamente che questo percorso sia giunto al capolinea.

Il nuovo esecutivo, da lei definito non balneare, ha già esaurito la sua azione ancor prima di iniziare.
Le fibrillazioni incontrollate, all’interno della mini-maggioranza, hanno demolito la già debole tenuta del governo cittadino.

Egregio Sindaco, non si arrovelli su nuove geometrie variabili che potrebbero causarle altre magre figure.

La questione è semplice e lineare, lei non ha più una maggioranza. Prenda atto.”

Matera, 12 gennaio 2020