La miglior difesa? E’ l’attacco….per dirla in termini calcistici. E allora meglio farsi avanti e rompere gli indugi per le elezioni comunali di Matera del 20 e 21 settembre. Così Il sindaco di Matera , Raffaello De Ruggieri, si presenterà alle prossime elezioni amministrative come candidato consigliere in una lista (nome ipotizzato Amare Matera) a sostegno di un candidato sindaco dell’attuale maggioranza di centrosinistra e ha indicato per quella carica l’attuale assessore al Turismo Marianna Dimona. Ad annunciarlo lo stesso De Ruggieri nel corso di un incontro con i giornalisti, per illustrare anche alcune provvedimenti adottati dalla giunta. ” Mi ricandido come semplice consigliere -ha detto De Ruggieri. E ritengo che in quel ruolo posso contribuire al dibattito sul futuro della città. Ritengo che una persona come l’assessore Marianna Dimona, che ha dimostrato di avere capacità per guidare la città. Tocca ora ai partiti e movimenti esprimersi su questa proposta, che serve a rilanciare il confronto finora senza risultato sulla scelta del candidato sindaco”.

Del resto Marianna Dimona sarebbe stata contagiata dalle stesse tossine ” di larghe vedute” del primo cittadino, poco incline ad affrontare il quotidiano ( marciapiedi sconnessi, arredo, rifiuti) altrimenti- come ha detto- si finisce con il diventare ciechi. Per cui guardare avanti con progetti di scuole di alta specializzazioni o di recupero urbano, cinematografia e via elencando, lontano dalle diatribe interne di partiti, movimenti, plaudenti e rancorosi che lo hanno supportato- pur tra tante difficoltà- in un quinquennio dalle maggioranza cangianti e fluttuanti. Come l’ha presa Marianna Dimona? Un pizzico di apprensione, timore reverenziale, ma pronta a lanciarsi verso un’altra sfida e del resto gli operatori turistici- come ha ricordato il sindaco- avevano indicato in una donna di capacità la chiave di volta per cambiare pagina, a cominciare dal turismo che a Matera non è di prossimità, ma interregionale in attesa degli stranieri. Ma ora tocca al Pd,in primis, decidere alla luce delle indicazioni nazionali e territoriali. Partito che si presenterà con il simbolo nazionale. Posizioni diverse nelle altre componenti di centrosinistra con una civica per il 2029 che rappresenterà Italia Viva e altre componenti con le quali il dialogo è sospeso o in itinere, a causa di ruggini e conflittualità di vedute con l’attuale segreteria. Vedremo. Le liste e le candidature si presenteranno tra il 18 e il 21 agosto. C’è tempo per conferme e sorprese
De Ruggieri ha,inoltre, annunciato alcune iniziative deliberate dalla giunta. Tra queste rientrano il confronto avviato con il direttore dell’I.S.I.A Massimiliano Datti per attivare a Matera, nei rioni Sassi, l’istituto superiore per l’Industria Artistica . L’I.S.I.A, una scuola a numero chiuso, che altre cinque sedi nel Paese, la più vicina a Pescara, diventerà una struttura di riferimento per il Mezzogiorno nella rigenerazione territoriali su temi come il rupestre, la Magna Grecia, lo stile romanico pugliese. Niente Accademia delle Belle Arti, che sarebbe potuta diventare, un doppione dell’Istituto centrale del restauro. La giunta ha anche approvato il progetto, con un importo di 1,8 milioni di euro, per la realizzazione di un convitto per 150 studenti, e a prezzi calmierati, nell’ex Provveditorato agli Studi di via Montescaglioso. Trovata una soluzione per le 27 professionalità assunte per il 2019 , che potranno restare in servizio fino al dicembre prossimo, con una spesa di 800.000 euro. Ma ci sono possibilità per andare oltre…Altro progetto riguarda la riqualificazione e per fini turistici,investimento da 2,8 milioni di euro per gli orti di Sant’Agostino, il giardino di Santa Lucia e Agata e la concerai di via Cappuccini. E tanta altra carne o pesce sulla graticola del ‘catalizzatore’ di progetti che è Raffaello De Ruggieri, uno degli ”Apostoli Seminatori” del Mezzogiorno che continua a predicare e a concretizzare ignorando il quotidiano…Il voto dirà se l’uditorio avrà apprezzato. Ma c’è tempo.