E’ un dato palese e quanto sentito in giro, letto ed evidenziato anche sul nostro blog la solidarietà mostrata della Repubbliche di Cina e di Cuba sono un segno di solidarietà internazionale, che vede l’Italia in prima fila quando si tratta di aiutare quanti sono in difficoltà o soffrono a causa di disastri e calamità. A evidenziarlo con un taglio da IV internazionale comunista, il direttore del museo del comunismo e della resistenza italiana, Francesco Calculli, che evidenzia- anche in relazione a quanto esposto in quel Museo ricco di storia di lotta internazionale- quanto visto su campo in Italia. Un risultato, quelli degli aiuti con uomini e mezzi arrivati in Italia, che contrastano – e lo abbiamo visto tutti- con la freddezza o l’ipocrisa dei Paesi europei e occidentali, tutti protesi a trarre il massimo vantaggio ”finanziario” (vedi Mes) dalle difficoltà dell’Italia. In Piedi! dice Francesco Calculli davanti alla solidarietà internazionale dei compagni cinesi e cubani. Accettata. Ma il confronto e la collaborazione dovranno continuare anche su altri aspetti come diritti, libertà, ambiente, legalità ed economia. Una lunga marcia, come seppero fare il grande Timoniere Mao Tze Tung e Ernesto ”Che” Guevara, in contesti ed epoche diverse. Vale anche per l’Italia con la marcia interrotta e spesso ignorata di figure come Enrico Berlinguer.

 LA GRANDE LEZIONE DI SOLIDARIETA’ INTERNAZIONALISTA DEI COMPAGNI CINESI E CUBANI 

Un proverbio saggio dice che i veri amici sono quelli che nel momento del bisogno non ti lasciano solo. E nel contesto dell’emergenza sanitaria connessa alla diffusione del Coronavirus in Italia, la Rivoluzione Cubana conferma la sua straordinaria Solidarietà ed Internazionalismo Proletario coi popoli del mondo, mettendo a disposizione delle strutture ospedaliere della Lombardia un team di 53 medici e infermieri volontari specializzati. E non si può, non si deve, dimenticare che mentre migliaia di cubani davano l’estremo saluto al loro leader maximo Fidel Castro, il gigante cardine della Rivoluzione Comunista Mondiale in tutta la seconda metà del secolo scorso,  arrivarono invece i rifiuti e le defezioni della maggioranza dei capi di Stato europei e occidentali , quando si tennero i suoi funerali all’Avana il 4 dicembre del 2016. Una grande lezione sul valore della solidarietà e della condivisione c’è la sta insegnando anche la Cina Comunista, che nei giorni scorsi ha inviato un gruppo di medici esperti, insieme con oltre 30 tonnellate di forniture mediche, mascherine comprese, per aiutare l’Italia nella lotta al Covid 19. Invece i timidi segnali di solidarietà concreta che arrivano dall’Occidente, e la totale indifferenza del Governo “amico” degli Stati Uniti nei confronti dell’Italia, rappresentano i migliori alleati del Coronavirus. Persino Putin è stato più solidale di tanti ipocriti e decadenti regimi democratici sia di destra, sia della sinistra riformista dell’ Unione Europea. Come dicevano i latini : VERBA VOLANT –  FACTA MANENT ! Chiunque ha visitato il nostro Museo è consapevole che abbiamo sempre rispettato le opinioni altrui, anche quelle più lontane dalle nostre, ma non accettiamo e non accetteremo mai che lezioni di morale, di democrazia, e di rispetto per i diritti umani abbiano l’arroganza di farle ai legittimi governi di Cuba e Cina, insieme con gli esponenti della destra, anche i tanti sinistrorsi liberisti e riformisti in Italia e in Europa, che NON HANNO TITOLI PER DARNE, a maggior ragione dopo che hanno votato insieme con la destra peggiore l’infame risoluzione europea che equipara nazismo e comunismo.  A questo ciarpame di opportunisti social riformisti che hanno tradito il pensiero rivoluzionario di Marx, si può solo dire: “ALZATEVI IN PIEDI DAVANTI ALLA GRANDEZZA DELLA RIVOLUZIONE CUBANA E ALLA POTENZA DELLA REPUBBLICA POPOLARE CINESE! ”