Tutti uniti per la tutela dei servizi e il rilancio dell’Ospedale di Matera, con un ordine del giorno che investe il sindaco Domenico Bennardi sui passi da compiere. Una c’è già ed è la conferenza dei sindaci convocata per il 2 dicembre. Le altre dovranno essere attuate, come la convocazione di un consiglio comunale aperto, punto inserito – dopo la pausa per concordare il documento- nella bozza di ordine del giorno presentata dal consigliere Carmine Alba (PD) che prevede interventi nei confronti del presidente della giunta regionale di Basilicata Vito Bardi, per revocare la delibera della Asm che recepisce la cessazione di Unità complesse e semplici di alcuni servizi al 31 dicembre 2020 e favorire la proroga del Decreto 70/2015. E naturalmente per procedere al rilancio. Bene e che l’unità del consiglio porti alle risposte sollecitate, come emerso dagli interventi del consigliere Carmine Alba che ha preso le distanze da strumentali ”tifoserie” e da Nicola Casino sul concetto, in particolare, che la Sanità è un bene di tutti. Bene. Attendiamo sviluppi

La PROPOSTA DI ODG PRESENTATA E POI INTEGRATA.

MATERA, 25 novembre 2020
Al Presidente Consiglio Comunale
Antonio Materdomini
Comune di Matera
Proposta di Ordine del giorno sulla situazione dell’Ospedale Madonna delle Grazie di Matera
Il Consiglio Comunale
premesso che
• Il Decreto Ministeriale n. 70 del 2015 prevedeva il Regolamento recante la definizione degli
standard qualitativi, strutturali, tecnologici e quantitativi relativi all’assistenza ospedaliera;
• La Regione Basilicata con la DGR n. 494 dell’8 giugno 2018, prevedeva una deroga a
quanto previsto dal suddetto Decreto e successivamente definite dalle DGR n. 205/2015 , n.
604/2017 e n.1259/2017, estendendo la fase transitoria per l’adeguamento agli standard
delle strutture complesse, semplici, incarichi di coordinamento e posizioni organizzative
delle Aziende Sanitarie al 31 dicembre 2020;
considerato che
• In data 16 novembre 2020 con nota prot. n. 202000 58327 l’Azienda Sanitaria Locale di
Matera a firma del Direttore Generale Dott. Annese indirizzata all’Assessore regionale alla
salute Leone e al Direttore Generale Esposito con la quale si chiede di comunicare se alla
data del 31/12/2020 occorrerà procedere al completamento dell’adeguamento del D.M
70/2015 in ordine al numero delle strutture complesse, semplici, incarichi di coordinamento
e posizioni organizzative attivabili nelle Aziende Sanitarie secondo i criteri del precedente
D.M.;
• In data 17 novembre 2020 con nota prot. n. 219763/13AN il Dirigente del dipartimento
regionale Sanità Dott. Montagano comunicava che il periodo transitorio si deve ritenere
compiuto al 31 dicembre 2020;
• Conseguentemente l’ASM con Delibera n. 1058 del 23 novembre 2020 prendeva atto della
suddetta disposizione;
tenuto conto che
• Pertanto con l’applicazione della citata Delibera dell’ASM che produce effetti a partire dal
1° gennaio 2021 l’Ospedale di Matera perderà la chirurgia vascolare, la chirurgia plastica, la
geriatria, mentre molte altre strutture semplici dipartimentali saranno declassate e che
scenderà anche il numero di posizioni organizzative ( attuali incarichi di funzione del
comparto) e di coordinamenti, figure insostituibili per la continuità delle prestazioni
sanitarie ;
considerato che
• Sarebbe opportuno procedere a qualunque riorganizzazione solo dopo aver adottato un
documento di programmazione sanitaria.
Invita il Sindaco
• a convocare urgentemente la conferenza dei Sindaci dell’ASM;
• Ad intervenire nei confronti del Presidente della Giunta Regionale affinchè venga
revocata la Delibera dell’Asm e venga prorogata la deroga relativa al D.M. 70;
• Mettere in atto ogni azione per evitare lo smantellamento dei servizi e dei reparti
dell’Ospedale Madonna delle Grazie;
• Rendersi promotore di una richiesta di potenziamento dei servizi sanitari utili a
consentire che l’attività ordinaria oltre il Covid sia garantita

…E di convocare un consiglio comunale aperto