Nicola Benedetto si prepara ora, dopo l’avventura da assessore nel centro sinistra, ad una nuova cavalcata sempre alla conquista della Regione….ma dalla parte opposta: il centrodestra!

Ottimo imprenditore, con il pallino della politica, non si è fatto mancare nulla da quando inizio a candidarsi con i Verdi. Magari avrebbe voluto essere lui stesso a capeggiare il fronte a cui si è votato ora, ma deve acconciarsi a fare solo da partner  e poi chissà…..se anche questa sua nuova squadra dovesse vincere non è escluso un rientro in quella Giunta regionale abbandonata polemicamente ad un certo punto del cammin di quella vita così malamente conclusasi.

Ed ecco che dopo che il TAR ha dato ragione al ricorso presentato dal M5S (mentre quello da lui ispirato è stato respinto) eccolo dichiarare senza indugio: ORA IL CENTRODESTRA COMPATTO CONQUISTI LA BASILICATA!

Dopo la sentenza del TAR che ha dato ragione alle nostre tesi –hadichiarato il leader della lista “Un’altra Basilicata idea”– circa l’illegittimità della convocazione delle elezioni regionali a maggio è urgente che il centrodestra unito esprima il candidato presidente – ha dichiarato il leader della lista “Un’altra Basilicata-Idea”.

Ritengo -aggiunge- che sarebbe stato più giusto coinvolgere il tavolo regionale nella scelta del candidato Presidente, ma ora Forza Italia, a cui il tavolo nazionale ha affidato il compito di trovare la sintesi politica esprima immediatamente il candidato della nostra coalizione di centrodestra poiché abbiamo bisogno di costruire tutti insieme il programma per un’altra Basilicata. Da parte nostra da mesi abbiamo le liste pronte per contribuire alla vittoria del centrodestra per rilanciare la nostra regione “.

A Nicola Benedetto magari piace il parafrasare del migliore Gaber:  cos’è il centrodestra, cos’è il centrosinistra? Bella domanda…a cui solo gli elettori possono rispondere.

Sapendo che molti di chi stava sul carro del centro sinistra così rovinosamente avviato in una discesa ripida e a rischio di triplo salto mortale, non disdegneranno di approcciarsi a quello di centro destra, sentito più abitato da simili. Mentre i cinquestelle sono marziani con cui è difficile dialogare….