Lungaggini, burocrazia, incidenti di percorso per un progetto, quello della riqualificazione del campo di calcio del Borgo La Martella, atteso da un triennio buono non solo dagli sportivi di Matera ma anche dalle società. A sollevare la questione l’ex assessore comunale allo Sport Massimiliano Amenta, a bordo campo… e in attesa della partita della ripresa. Che dovrebbe avvenire nel 2021, visto- da quando abbiamo appreso- che è stata ricomposta la situazione, con la firma dei soggetti coinvolti e questo dà la possibilità al Comune, con la sezione Lavori Pubblici, di procedere alla pubblicazione del bando di gara per un importo di 1 milione di euro o giù di lì. Quando? A breve. Per Amenta e gli amanti dello sport più amato del BelPaese l’attesa della pubblicazione, aggiudicazione e via elencando. Consegna l’anno prossimo. Sono previsti , tra gli altri, campo con erbetta sintetica, sistemazione tribune, riqualificazione servizi. E questo consentirà di ottenere la omologazione per i campionato di serie D e di risolvere la vecchia questione degli allenamenti, per non usurare il vecchio stadio ”XXI Settembre-Franco Salerno” come era stato più volte chiesto dalle passate gestioni della società di serie C. Dal campo di calcio di La Martella (è sbagliato scrivere a 11, perchè quel gioco è nato con quel numero di calciatori, mentre è giusto specificare se si tratta del calcetto che si gioca con 5 atleti e in spazi ridotti) a quello della zona Paip 1 che dovrebbe aprire i battenti a settembre. Servirà per i campionati minori e per le attività amatoriali. Pronti? Attendiamo taglio del nastro e fischio di inizio…

Tutto tace sui lavori di riqualificazione del campo sportivo di Borgo La Martella.

Sono passati ormai quattro anni dal finanziamento ottenuto dal Comune di Matera a seguito della partecipazione al Bando SPORT E PERIFERIE emanato dal precedente Governo; misura da qualche giorno riproposta per l’ annualità   2020.  Un milione di euro circa la somma assegnata che avrebbe consentito al Borgo La Martella , felice intuizione del Genio Olivettiano   e dell’urbanista Quaroni, di dotarsi di un impianto moderno e multifunzionale, rispondendo così alla sempre piu crescente domanda di infrastrutture sportive nella nostra Città. 
Nonostante la convenzione con il Comitato Olimpico Nazionale , firmata nel 2017, ad oggi non risulta nulla che abbia una parvenza di esecutività rispetto alla realizzazione dell’opera. Molti sono i cittadini che continuano ad interrogarsi sul destino di quel campo che oggi appare vetusto e inutilizzabile. Molte erano le aspettative per un’opera che avrebbe mutato radicalmente ed in meglio il Borgo.
Di chi le responsabilità ? Della farraginosa burocrazia   nostrana ? Della pandemia che ha tenuto bloccato un paese intero ? Inopportune scusanti   alle quali non è consentito appellarsi   perché prive di fondamento e credibilità.  Si faccia chiarezza al più presto su questa vicenda che ormai dura da qualche anno, in primis per dovere nei confronti dei cittadini Materani e del Borgo La Martella e poi dinanzi allo sport tutto che in questa Città invoca rispetto e dignità.

Massimiliano Amenta
Ex Assessore Sport Comune di Matera