Un sorriso serioso ma largo e impegnativo per Salvatore Adduce, che ha accettato di guidare ancora l’Associazione nazionale comuni italiani(Anci) di Basilicata in attesa di lavorare – e in tempi brevi – per la successione.

E’ quanto è emerso a Matera nel corso dell”assemblea congressuale dei sindaci (una ottantina sui 131 aventi diritto) che hanno trovato la temporanea quadra affidandosi a un Salvatore…che primo cittadino non lo è più da un quinquennio, ma nei fatti si è impegnato per affrontare questo o quel problema.

Alcuni sono stati risolti, altri sono un lascito ( spopolamento, dissesto, servizi, infrastrutture) della scarsa lungimiranza politica di varie epoche.

Adduce alla guida dell’Anci e, per quanto ne sappiamo, non si candida a sindaco di Matera per le comunali 2020. Del resto ha già dato e sappiamo come andò cinque anni fa.

A meno che piazza e supporter non attendano un Salvatore…