I sapori di una tradizione che ha 122 anni, come confermano le quattro generazioni della famiglia Vena, e tanta voglia di conquistare nuovi mercati magari con i tanti turisti che visitano Matera ”capitale europea della cultura per il 2019”. Una bottiglia di Amaro Lucano, l’assaggio di un ponche, ma anche gadget, stampe d’epoca, cioccolatini che consolidano la filosofia del fondatore, il cavalier Pasquale Vena, che campeggia nel ”Lucano La Bottega di via del Corso 52 “.

Al taglio del nastro una delle famiglie che rappresentano la terza e la quarta generazione del Cavaliere Pasquale Vena: il nipote Pasquale, sua moglie Stella Provinzano, che svolge in azienda il ruolo di supply chain manager e i figli Francesco e Letizia. E con loro imprenditori, rappresentanti istituzionali, parlamentari.

Il sindaco Raffaello De Ruggieri ha tirato fuori una chicca del 1920…legata a una etichetta e un liquore prodotti dalla famiglia Vena per i De Ruggieri. Un imput documentale da aggiungere alla bacheca dei ricordi (foto, listini) e del modernariato (bicchieri, mignonettes, vassoi, dispenser).

Lucano1Lucano2

Francesco Vena, ideatore del progetto, ha parlato di ”grande onore ”per l’azienda inaugurare a Matera il primo store di Lucano 1894. ”Abbiamo pensato -ha detto il giovane imprenditore-ad un luogo che potesse raccontare la storia e il processo di produzione e le due pareti che si trovano nella parte finale della nostra bottega, una a sinistra sono state concepite proprio per raggiungere questo obiettivo”.

Sulle pareti è una gigantografia della Pacchianella, la donna in costume che rappresenta da sempre l’etichetta di Amaro Lucano e tutta la nostra linea di liquori. Lucano La Bottega è un luogo per promuovere il brand dell’azienda con una linea di accessori e gadget tutti firmati Lucano. Turisti e appassionati potranno acquistare valigette che contengono alcune delle erbe utilizzate per realizzare l’Amaro Lucano, ma anche occhiali da sole, agende, penne, chiavette usb o maglie che riproducono alcune delle stampe che in passato sono state utilizzate come manifesti pubblicitari. Francesco Vena pensa a una rete di punti ” Lucano La Bottega” in Italia e poi all’estero. E non è escluso che a Matera possano giungere personaggi o testimonial noti. Aspettiamo.

Lucano4

Nel frattempo per quanti hanno potuto visitare la ”bottega” non sono mancate le piacevolli sorprese, ma solo per la giornata inaugurale, il gelato all’Amaro Lucano realizzato da Maria e Giovannino Fittipaldi di Castelluccio Inferiore (Potenza). Tanta curiosità, e fa parte delle attrazioni del negozio, è la teca delle erbe e delle ”porcellane” che per decenni le hanno custodite. Sono 40 e con una ricetta segreta che comprende per esempio, aloe, achillea moscata,sambuco fiori, assenzio romano, ruta, cannella, cardo santo, genziana radice, angelica semi, arancio amaro, assenzio gentile.

E le altre? Custodite nella formula della tradizioni, che passerà ad altre generazioni. Un accenno su come nasce l’Amaro Lucano, che ha sottoposto nei mesi scorsi a restyling bottiglia ed etichetta, è venuto dal sessantenne Antonio Pallotta, addetto alla produzione, e legato come tanti altri dipendenti alla storia dell’azienda.

Lucano3
La ricetta -ha detto Pallotta – non è mai stata modificata da quando il Cavaliere Pasquale Vena ha cominciato a produrre il nostro liquore Produciamo l’Amaro Lucano –con acqua, zucchero, estratto di quaranta erbe, altri liquidi della ricetta di Pasquale Vena e caramello. Si passa poi all’infuso di erbe, poi l’aggiunta dei liquidi che conoscono solo la famiglia Vena’’.

E’ come l’elisir di lunga vita. Un bicchierino per brindare alle cose buone e all’amicizia, una delle peculiarità delle genti lucane e il museo che sorgerà a Pisticci scalo ne raccoglierà la testimonianza insieme a tutto quanto è stato fatto e prodotto dal 1894 a oggi.