“Il Matera D.O.P. Primitivo Vino Biologico “Terra Aspra” 2013, ha vinto l’ambizioso “Premio Città di Pramaggiore”, conferito al vino che ha ottenuto il punteggio più alto per regione di appartenenza.”

E’ quanto reso noto con un comunicato stampa in cui si precisa che: “La Mostra Nazionale dei Vini di Pramaggiore è il più antico concorso enologico d’Italia.” E che “Oltre all’ambizioso premio, sempre a Pramaggiore (Ve), l’azienda è stata l’unica in Basilicata ad aggiudicarsi la medaglia d’oro per altre quattro etichette.

Già lo scorso anno Tenuta Marino si è distinta al concorso BIWA di Luca Gardini e Andrea Grignaffini. Il “Best Italian Wine Awards” premia i 50 migliori vini d’Italia.

Pochi mesi fa inoltre, l’azienda vinicola si è anche aggiudicata la prestigiosa“Coccinella d’oro” della guida Vinibio.
Tenuta Marino è una splendida realtà lucana situata in un territorio straordinario, fra gli incantati declivi del Parco del Pollino, dove scorrono le acque del Sinni e del Sarmento e poco distante dal Lago di Monte Cotugno.

L’azienda si estende per 250 ettari ed è posizionata a circa 500 metri su livello del mare ai piedi del Pollino.

Nell’agro di San Giorgio Lucano vi è la zona dedicata al Doc, mentre le zone IGT si trovano nell’agro di Noepoli e di Senise.

Questa “Terra Aspra” perfettamente drenata nella sua struttura grumosa, si armonizza con le forti escursioni termiche grazie ad un’aria purissima e briosa, creando così le condizioni adatte alla produzione vitivinicola. Questa magica alchimia ha influito molto sulla caratterizzazione delle uve, mentre i frutteti circostanti donano aromi unici ed inconfondibili ai vini.”

Scheda di approfondimento o highlight

“Terra Aspra D.O.P. Matera Primitivo -annata 2013- vinificato in acciaio, affinato in botte per 36 mesi e in bottiglia per 24 mesi, si presenta di un color rosso granato. All’olfatto è intenso e complesso con sentori di frutta matura, pepe nero e fiori secchi. In bocca è caldo, morbido con una lieve astringenza dovuta ai tannini, persistente e lungo, strutturato. Ottimo in abbinamento con piatti strutturati, carni rosse e formaggi stagionati.”