Sul palco la Piccola orchestra dei disertori. Fucilateli !…

… ma a suon di jazz. Del resto si approssima il Natale e tra un pettolata e un sorso di ”primitivo” e occorre accorre all’auditorium ” Raffaele Gervasio” per assistere alla esibizione- concerto della Piccola Orchestra dell’Onyx jazz club, che tirerà gli strumenti fino all’ultima nota con i grandi del Gezziamoci 2021. D’obbligo il cappello di Babbo Natale e un ”Jingl Bells” alla materana da prima Repubblica. Gigi Esposito ricorderà le note Vastaxiane di ” Cinq becck, cink becck, mo’ na fest, mo nu veglion, damm cinq becck”. Cinquemila lire. E per l’Onyx corrispettivo in euro da 5 a 10, come da locandina. Ma ne vale la pena. Passaparola.

L’INVITO DI GIGI ESPOSITTO

Una edizione, quella del Gezziamoci 2021, la trentaquattresima, esaltante, ricca di artisti, luoghi spettacolari, pubblico, amici.
Una stagione che si chiude a Matera il 10, 11 e 12 dicembre con tre giornate di laboratori e concerti dove, dieci musicisti lucani e Pugliesi che formano la “Piccola orchestra Onyx” dialogheranno, si affronteranno, giocheranno con arrangiamenti, nuove partiture, strumenti con i grandi, Ettore Fioravanti, Roberto Cipelli, Attilio Zanchi, Tino Tracanna ai quali per l’occasione si aggiungerà Roberto Andreoli.
Tre giorni di musica, come nella migliore tradizione del Gezziamoci ma non solo. Ai Disertori, così si chiamano per l’occasione, Ettore, Attilio, Roberto, Tino e Andrea, mi/ci lega una profonda amicizia che è il valore più forte dell’Onyx. Stima e lealtà reciproca per un’amicizia che dura dal 1986.
Vi aspettiamo per tre giornate di musica e per augurarci un Natale sereno.

Related posts

Rispondi