Unici e universali i classici della letteratura, i grandi libri in grado di accompagnare e arricchire la nostra vita attraverso emozioni e saperi condivisi, sono sempre attuali. La loro contemporaneità è stata ben sottolineata da una domanda che provocatoriamente poneva lo scrittore e critico letterario Giuseppe Pontiggia “Non chiedetevi se i classici sono abbastanza attuali, chiedetevi se voi siete abbastanza attuali per i classici”.

 

Ed è per provare a rispondere a questa domanda che  la Delegazione “Giuseppe Bruno” di Matera dell’Associazione Italiana di Cultura Classica (Aicc), mercoledì 10 settembre 2014 – alle ore 19 – alla Casa Cava di Matera, ospiterà il critico letterario Piero Dorfles che incontrerà e dialogherà gli interessati al quesito.

 

L’iniziativa che si intitola, per l’appunto: “Siamo abbastanza attuali per i classici?”, sarà introdotta da una performance musicale, con lira cretese, del musicista Rino Locantore e sarà coordinato da Nicoletta Bruno, segretaria e tesoriera della delegazione di Matera dell’Aicc . Nel corso della serata saranno letti brani tratti dai più significativi classici della letteratura mondiale.

 

Uno spunto e un assaggio sul tema è possibile averlo leggendo l’ultimo libro proprio di Piero Dorfles: “I cento libri che rendono più ricca la nostra vita” (Garzanti, 2014 – 298 pp. Prezzo di copertina 14,90). Dorfles è giornalista, critico letterario e autore televisivo. È stato responsabile dei servizi culturali del Giornale Radio Rai ed è noto al grande pubblico in veste di conduttore del programma televisivo di Rai 3 “Per un pugno di libri”. Ha curato la rubrica radiofonica “Il baco del millennio” per Radiouno ed è autore di saggi legati al mondo della comunicazione radiotelevisiva e di critica letteraria: Atlante della radio e della televisione (Nuova ERI, 1988), Guardando all’Italia, (Nuova ERI, 1991), e Carosello (Il Mulino, 1998), Il Ritorno del Dinosauro. Una difesa della cultura, (Garzanti, 2010), I cento libri che rendono più ricca la nostra vita (Garzanti, 2014).

 

L’iniziativa è stata promossa, come dicevamo, dalla delegazione “Giuseppe Bruno” di Matera dell’Associazione Italiana di Cultura Classica  e sarà realizzata in collaborazione con Libreria dell’Arco e l’Onyx Jazz Club. L’Aicc è una libera associazione di docenti dell’Università e della Scuola, di studenti e di semplici cittadini che credono fermamente nella perennità dei valori della Cultura Classica, fondamento della moderna Cultura Europea, e si adoperano, ciascuno per le proprie possibilità, per la loro salvaguardia e la loro diffusione. Fondata nel 1897 a Firenze, l’Associazione è una delle centinaia di Società diffuse in ottanta Paesi del mondo, che perseguono le stesse finalità e sono raggruppate nella Fédération Internationale d’Etudes Classiques, organismo internazionale che è sotto l’egida dell’UNESCO.

 

La delegazione di Matera, presieduta da Raffaele Bruno, è attiva dal 1981. Per contatti e ulteriori informazioni sulle attività della Delegazione di Matera dell’Aicc: nicoletta.bruno88@yahoo.it – angelacapurso@alice.it – tel: 3398178797. L’associazione è presente su Facebook con la pagina: AICC – Delegazione di Matera al link https://www.facebook.com/pages/AICC-Delegazione-di-Matera/266376896830735 .

Per informazioni sull’evento e per contatti:ufficiostampa@sissiruggi.com 333.4742509.