“Finalmente pulito…” ha commentato l’astronomo materano Franco Vespe dopo aver salutato il barbiere, quasi una liberazione dal lungo periodo di penitenza e di reclusione. Del resto la chioma argentata aveva bisogno di una allineata e di una resettata, con tutte quelle onde e curve gaussiane, a disegnare campane da virus a corona, che erano diventate un tutt’uno – o quasi – con la mascherina anticovid. E così spinto dalla novità e dai consigli del suo Figaro, in un ambiente da Thermae materane e con la Ninfa ispiratrice,, ha aperto un varco al centro dei capelli indossano una camicia valligiana… E già perchè la Lombardia quanto a contaminazioni e a contagi ha ancora i motori caldi. Vespe suggerisce di rallentare, magari andando in bici e Franco ha la pedalata giusta. Fuori,allora, la borraccia per la penultima scalata al picco covid 19…