Le buone pratiche per la manutenzione delle rive dei corsi d’acqua, per conservarne l’efficienza idraulica” è il tema intorno a cui ruota il seminario tecnico previsto per giovedì 21 novembre a Potenza, a partire dalle ore 10:00, organizzato dall’ALSIA, l’Agenzia Lucana di Sviluppo e di Innovazione in Agricoltura, in collaborazione con l’Università degli Studi di Basilicata.

“L’incontro, che si terrà nell’aula A 19 del SAFE (piano terra), all’interno –si legge nel comunicato stampa– del Campus universitario di Macchia Romana, è aperto a tecnici, studenti, agricoltori e operatori delle aree rurali, e rientra nell’ambito delle attività promosse dal Progetto del Gruppo Operativo (GO) Agrotech sviluppato in particolare sull’adozione di innovazioni nell’agricoltura di precisione per le imprese, per migliorarne competitività e sostenibilità ambientale.

La società contadina del passato aveva un interesse diretto alla salvaguardia dei propri campi e quindi interveniva direttamente sull’efficienza del reticolo minore dei fossati e dei sistemi di drenaggio delle acque. Oggi i cambiamenti climatici in atto e il conseguente verificarsi di eventi atmosferici estremi, quali per esempio precipitazioni di forte intensità e periodi di alte temperature e siccità prolungati, hanno posto all’attenzione del mondo agricolo (e non solo) il tema della gestione della rete idraulica.

La manutenzione dei corsi d’acqua, finalizzata alla conservazione dell’efficienza idraulica, del drenaggio dei terreni e del deflusso delle portate di piena, va svolta non perdendo mai di vista l’efficienza dell’ecosistema agrario, anche attraverso il mantenimento e lo sviluppo di una vegetazione erbacea e arbustiva lungo le rive sia dei corsi d’acqua consortili che di quelli aziendali.

L’ALSIA, capofila del progetto, cura la sua divulgazione, mentre l’apporto tecnologico conta su sinergie nate da una rete di straordinario valore che va dall’ Università della Basilicata, al CNR, al Distretto TeRN, al CREA, oltre che alla rete di Aziende agricole sperimentali della stessa Agenzia e al suo Centro Ricerche Agrobios.

Paola d’Antonio, docente di meccanica agraria, insieme a Francesco Cellini di ALSIA-Metapontum Agrobios, illustreranno gli obiettivi del Progetto #GO_AgrotechBasilicata, e le funzioni di una serie di macchine e attrezzature destinate alla manutenzione delle rive, alla potatura delle siepi, al taglio dell’erba, come escavatori, robot radiocomandati, semoventi, trince, cesoie, troncarami, barca diserbatrice, con l’obiettivo di spiegare l’importanza della buona manutenzione dei corsi d’acqua.”