Il Nobel per la simpatia e l’operatività per l’intuizione, che è il suo senso più avanzato, nel trovare soluzioni il materano Pietro ”Piersoft” Paolicelli lo merita tutto. L’ultima invenzione, perchè di tale si stratta, è quel portale da protezione civile che consente di monitorare in tempo reale arrivi e partenze (purtroppo)di persone contagiate, da covid 19.

Una numero che ha lasciato una brutta coda nell’anno appena passato, positivo per Matera, ma negativo per le altre due capitale Galway (Irlanda) e Rijeka – Fiume (Croazia) che ne hanno raccolto l’eredità. E già perchè anche lì l’epidemia (pandemia ufficiale per OMS) sta lasciando il segno. Servirà un piersoftware anche a loro. E non è detto il nostro ”PierPaoli”, che ci ricorda nelle sembianze un giovane Francesco Guccini da ”Locomotiva”, non possa dare una mano anche lì. I saperi non hanno confini.

Per ora quella opportunità di saper le cose come stanno ce l’abbiamo noi http://www.piersoft.it/covid19/#7/41.837/14.952  finchè l’allarme non rientrerà.

Gli ottimisti guardano a Pasqua. Ma siamo ancora in Quaresima-Quarantena e gli open data, ricordiamo l’esperienza al Comune con l’ex assessore all’innovazione Giuseppe Tragni, e altre esperienze fatte nelle scuole nel percorso di Matera 2019, non si sbilanciano.

Piersoft ha all’attivo mille altre esperienze ministeriali e territoriali (cercate pure sul web e troverete tracce e progetti del suo passaggio) e una ha preso piede anche a Matera, nei giorni scorsi, all’insegna della sostenibilità. Sono le centraline ”salfe made” per il monitoraggio e controllo digitale della qualità dell’aria, da piazzare a costi contenuti sul balcone di casa.

Ora siamo a livelli bucolici o quasi, visti i limiti al traffico imposti dalla emergenza del virus a corona, ma prima o poi la normalità tornerà e saremo punto e daccapo. A meno che il nostro inventore non abbia l’intuizione di tirar fuori qualcosa per bloccare il tempo…

Dalla città SMART alla città START e ritorno dal futuro. Niente divagazioni, ma è un problema anche quello, covid 19 permettendo.