Anche quest’anno Pendolaria, la storica campagna di Legambiente dedicata ai treni regionali e locali, al pendolarismo ed alla mobilità urbana, inserisce Ferrovie Appulo Lucane tra le Aziende che hanno maggiormente migliorato ed aumentato i servizi agli utenti.”

E’ quanto si legge in un comunicato stampa che così prosegue:

“Nel rapporto 2021, presentato nei giorni scorsi, si cita il rinnovo del 90% del parco rotabile, grazie al quale l’età media dei treni Fal è scesa dai 20,8 anni del 2008 ai 13 attuali; si parla dell’acquisto di ulteriori treni destinati alla circolazione in Puglia e in Basilicata ed alla sinergia tra l’Azienda, le regioni e gli Enti Locali.

Circolo virtuoso che, come ricorda Pendolaria, ha consentito la realizzazione in soli sette mesi della nuova stazione di Matera centrale firmata dall’architetto Stefano Boeri. Tra le ‘best practice’ anche la bigliettazione ferroviaria integrata tra Fal, Ferrotramvieria e Trenitalia, i cantieri attualmente in atto per l’interramento della stazione di Modugno e per il raddoppio ferroviario sulla linea Bari – Matera.”

Siamo davvero orgogliosi che il rapporto annuale di Legambiente, continui a riservarci attestazioni di stima – commenta il Presidente di Fal, Rosario Almiento – questo premia il nostro lavoro e ci stimola sempre più a proseguire nella stessa direzione, ossia quella di innalzare sempre più lo standard dei nostri servizi per garantire ai cittadini pugliesi e lucani il diritto ad una mobilità più sostenibile, più moderna e più sicura. Seppur con le enormi difficoltà connesse alla pandemia in atto, il nostro management e tutti i dipendenti hanno continuato ogni giorno a lavorare per garantire il servizio in sicurezza, con impegno e sacrificio. E principalmente a loro va il nostro ringraziamento”.

Sulla stessa linea il Direttore Generale di Fal, Matteo Colamussi: “Le attestazioni di Pendolaria ancora una volta ci lusingano e ci spingono a sempre più a proseguire sulla strada intrapresa. L’aspetto più importante di questo rapporto è che i giudizi provengono dai nostri utenti abituali che hanno condiviso ogni nostro sforzo. Infatti nei prossimi mesi porteremo a compimento altri importanti obiettivi, come l’interramento della stazione di Modugno e la riqualificazione dell’intera area con la realizzazione di una pista ciclabile che conferma la nostra attenzione per l’ambiente ma anche la vocazione ad incentivare forme di intermodalità di trasporto come quella bici+treno, all’insegna della sostenibilità, dell’accessibilità, dell’innovazione. Anche quest’anno il rapporto di Pendolaria per noi non è solo un esame superato, ma soprattutto uno stimolo a fare meglio”.