Il tutto esaurito della due giorni in Casa Cava e l’andirvieni continuo di appassionati e turisti hanno confermato come il South Italy Blues Connection, promosso e finanziato dall’Associazione Musicale “Blue Cat Blues”, è diventato un appuntamento ”risonante” che può essere svolto in piazze, vicinati e altri ambienti suggestivi dei rioni Sassi.

E così l’auspicio di Rosario Claps e Donato Corbo ideatori e organizzatori del SIbc di portare musicisti ed esibizioni in maniera ”diffusa” dal Caveoso al Barisano, pur mantenendo la centralità di Casa Cava per il 27 e 28 giugno 2020, è stata saluta con un consenso diffuso sopratutto tra quanti (come i gestori di strutture ricettive) hanno già sperimentato e attuato positivamente questo tipo di formula.

E poi c’è la possibilità di poter portare a tre le giornate la manifestazione, inserita quest’anno nella Festa nazionale della Musica.

Beh. Al lavoro, comunque, insieme agli operatori economici in attesa di sapere chi e che testa avranno gli amministratori comunali, che si insedieranno in via Aldo Moro, visto che a maggio prossimo si vota.

Ma ora al lavoro anche per le splendide realtà che si sono esibite sul palco di Casa Cava. A cominciare dalla giovane talentuosa promessa, del quale abbiamo parlato in altri servizi, come il quattordicenne Carlo D’Addato di Bisceglie (Bat) a Matera con la sua band ”Southern wy”, capelli lunghi e tanta voglia di fare bene con il sostegno degli ”entusiasti” genitori. La prima esibizione live del Sibc 2020 in un vicinato spetta a lui…

E poi altri giovani come quelli portati dal dinamico presidente Pasquale Aprile, con i suoi allievi reclutati e formati a Pozzuoli (Napoli) e con tutta la parentela al seguito.

E l’elenco potrebbe continuare citando il vulcanico Pat Girondi and Orphan’s Dream che ha coinvolto e stupito il pubblico per energia oltre che per professionalità.

Come non citare quell’Enzo Tropepi (un veterano del Sibc) che si sta rimettendo gradualmente a ritmo di blues, come ha evidenziato il lungo applauso sollecitato da Rosario sempre pronto a scherzarci sù anche quando il ”motore perde colpi…” Ma tutto s’aggiusta.

Per Donato e Rosario che in questa due giorni non si sono risparmiati con gli scatti fotografici oltre sul piano organizzativo, contracambiati dall’affetto della grande famiglia blues, va il plauso di aver lavorato con entusiamo. Li attendiamo per gli aspetti organizzativi del 2020 e per le band, di certo in aumento,c’è la possibilità di prenotarsi per tempo.

Nel frattempo accordate gli strumenti…

TUTTI GLI ARTISTI :
Dimare Saverio – 12 Barre R&R Blues band – SavoiaBrothers & Pancaro – Radojsh blues – Crash Boom Bang – Bluemind – Jelly Roll Blues Duo – Peter Fool + Bob Cillo – Jimi and Dirts – D’ALESSANDRO BAND – Sevi Loa – Robert L & Ginny Vee – Mustang – Downtown Duo – Paul Costyn & Peppe Sanzi Band – DIRTY FINGERS – GERIAHTRYA – Fabi’s Blues Band – Triple Trouble – Martino Palmisano & Complanare Blues Friends – KrapaJoe alias Vincenzo Tropepe – Giovanni Papisca e Vintage Vibe – Dino’s Blues Band – Francesca De Fazi – Frank Hammond – Elio Volpini Trio – Mojo Rail Company – The Blues Queen – Dirty Trainload – The Blue Bonkers – Lady Blues & Paolo Giardiello – HaT in the Garret – THE MUDDY ROOSTER~STEFANO CARBONI – Take Off – Ghost Chili – Shuffle3 – STOP INHIBITION BAND – DOUBLE RAY BLUES BAND – Luigi Mitola One Man Band Live ft Silvano Dicarolo – Black Truck (featuring ILPASTONUDO) – The Rumblers – QDS Blues Band – Louisiana Gamblers – F.C.D.S. – Lipstick On Beard – BJ & Bluesy Guys – Sara Facciolo and the Little Wings – Steel River – DUSTY WATERS BLUES BAND – Pasquale Aprile – Luca Notaro – ROBERT JAMES BLUES BAND – Pat Girondi and Orphan’s Dream – Big Man James Trio – Southern Wheat – Three Steps – Adriano Degli Esposti Band – Mino Lionetti&The Shuffle’s Brothers – Sandro Corsi – MJ – Vincenzo Grieco and T.H.E. Rome Blues Authority – Rob & the Zed Daimon – Deluxe 407 – Rainbow Bridge – Marco ROAGNA – BLUES INDELEBILE BAND – The whorehouse bear blues band – Led Purple mt