Mascherina nera, occhiali con montatura scura e vetri affumicati e nella testa la sequenza dei motivi che conosce a memoria degli idoli di M20, Radio dee jay su tutta la filiera social stereofonica e digitale che ormai passa da un Oceano di note all’altro, fino a New York. E lui giunto con passato felpato a Casino Padula, per le ultime sull’Open Design School, che ha chiuso con dichiarazioni e una fotogallery tra una scalinata e un mandorlo in fiore, ha annunciato chiaro e tondo: ”Parto. Me ne vado a New York”. Per la verità sarebbe un ritorno nella grande mela e del resto ha anche una inseparabile maglietta che indossa durante l’estate. Abbiamo cercato di saperne di più, ma non si è sbilanciato più di tanto. Salvo ricordare il deejay Clementino convalescente e le ultime su una band, la Daft Punk, che ha rotto il sodalizio. Michele ” Wolfcape” all’americana in un progetto di reunion tra Matera, Napoli, Milano e la ”Grande Mela” ? Chissà. Certo è che un po’ di riposo non potrebbe che fargli bene visto lo stressante ma entusiasmante impegno per il portale Sassilive, che vanta migliaia di fans o follower. La domanda è scontata: “Quando parti, Michele? Biglietto di andata e ritorno o di sola andata?” Per ora voli aerei con il contagocce… Ma New York l’attende.