L’associazione Giovanni Manicone e la fondazione Francesca Divella hanno organizzato, per il giorno 28 settembre 2019, un’iniziativa all’insegna della musica e della solidarietà.

Nella bellissima Cava del Sole, gli Africa Unite nella versione System of a Sound, accompagnati da Architorti , presentano In Tempo Reale, il nuovo album, nell’ultima data del tour estivo che ha toccato le principali città italiane da nord a sud della penisola (isole comprese).

Uno spettacolo intenso dove i brani storici e quelli nuovi degli Africa Unite si avvarranno dell’intervento degli archi e viceversa. Una formazione insolita, per un suono potente e allo stesso tempo interessante, e sicuramente al di fuori dei canoni.

In Tempo Reale prende il la dallo spettacolo multimediale OFFLINE che gli stessi artisti, con la compagnia di danza modenese MMCDC, hanno rappresentato, la scorsa stagione, in alcuni teatri italiani, con ottimi risultati.
Un concept album sul rapporto uomo rete social che sta creando grandi mutamenti politici e culturali nel nostro paese e nel mondo.

La visione di Africa Unite allarga e scompone il suo suono attraverso gli Architorti; quintetto e orchestra diventano l’occhio musicale che tesse le trame armoniche e melodiche dei brani. La vocalità di Bunna e i recitativi di Madaski assumono contorni assolutamente inediti e particolari, come tutto il suono che caratterizza In Tempo Reale.

Questo nuovo lavoro è senz’altro il prodotto più ambizioso della collaborazione tra Africa Unite e Architorti che ha avuto una serie di episodi nel corso di quasi due decenni. Ambizioso per quanto riguarda la fusione di due poetiche ed estetiche apparentemente agli antipodi.

Con questo spettacolo gli Africa Unite e gli Architorti costruiscono ponti: ponti tra generi, suoni e concetti; ponti che creano condivisione e allargano conoscenza e comprensione. I ponti portano pace ed infatti le guerre li abbattono e costruiscono muri. I ponti che hanno costruito gli Africa Unite insieme ad Architorti soprattutto non mortificano la natura di chi sta sulle rispettive sponde.

Il reggae è musica che unisce per definizione e diventa il simbolo del legame forte che unisce i due sodalizi, che col ricavato del concerto intendono finanziare attività di formazione e di informazione nelle scuole di Matera in materia di sicurezza stradale e prevenzione attraverso l’educazione a sani e corretti stili di vita.

Ad aprire la serata, a partire dalle ore 19, una serie di artisti locali e non: Consciousness Crew; Vincenzo Deluci e Giusy Zaccagnini che presenteranno il cd “Terra degli Scherzi”; Paolo Irene e The Roots Corporal.

I ticket di ingresso sono venduti a un prezzo accessibilissimo: 12€ in prevendita e 15€ al botteghino la sera del concerto. Per bambini e ragazzi fino a 14 anni, invece, l’ingresso sarà gratuito.

Come per gli altri spettacoli, alla Cava del Sole si accederà solo coi bus della Miccolis che, per l’occasione, ha previsto delle corse speciali per l’andata, dalle ore 18.30 alle 20.30, con partenza da piazza Matteotti e fermata anche a Villa Longo, e per il ritorno, dalle 23 fino al termine delle operazioni di trasporto del pubblico.

Per usufruire del servizio sarà necessario munirsi del biglietto per il trasporto pubblico urbano. Non sarà infatti valido il passaporto di Matera 2019.

PREVENDITE:

Il pettolino, via Ridola 59, Matera; Bianca Boutique, via delle Beccherie 31, Matera; La Bussola, via Nazionale 8, Matera; I Due Sassi, piazza del Sedile 22, Matera; Vanità, via Giulio Verne 42, Matera;

Linea Gotica, corso Vittorio Emanuele II, Ferrandina; Teatro Mercadante via dei Mille 59, Altamura; Karibu Bar, corso Cavour 6, Ruvo di Puglia.

L’ASSOCIAZIONE GIOVANNI MANICONE

L’associazione “Giovanni Manicone“ nasce dal fortissimo desiderio di condividere con più persone possibili la storia che ci ha fatto incontrare e soprattutto la strada che questa storia ci sta indicando. Dedicata a Giovanni, ragazzo trentenne che ha perso la vita a causa di un incidente stradale.
La trasformazione si manifesta, diventa un punto di svolta: la rinascita è una promessa al futuro.
Ora ci si incontra e si sta insieme per dar valore alla vita e luce al progetto “GiòCanDo!”.
Rivolto ai ragazzi delle scuole, al futuro, ai quali dedicare messaggi di salvaguardia per la vita in tutte le sue forme, attraverso accurati laboratori didattici.

LA FONDAZIONE FRANCESCA DIVELLA

La Fondazione Francesca Divella si prefigge di sostenere attività di ricerca e cura dei tumori, in particolare femminili, nonché di supportare minori figli o orfani di genitori colpiti da malattie simili, in stretto rapporto con istituzioni mediche internazionali all’avanguardia, associazioni di volontariato ed enti caritatevoli riconosciuti.
Il sodalizio è nato su iniziativa di parenti e amici della giovane donna di Matera, splendida madre e compagna, figlia e amica, scomparsa nel 2016, esempio indimenticato e indimenticabile di amore per la vita e di forza e dignità nella sofferenza.
Gli scopi vengono perseguiti attraverso la promozione di iniziative benefiche, culturali ed editoriali, in collaborazione con personalità, artisti e autori sensibili al tema ma soprattutto basandosi sullo spirito solidale di chiunque scelga di contribuire allo scopo, mettendo a disposizione la propria professionalità o anche il più simbolico apporto economico.