Bitches, she is Madonna”, di Ludovico De Bonis, a cura di Stefano Donno, traduzione di Giacomo Bleve, i Quaderni del Bardo edizioni (Lecce, 2021), pag. 222, euro 11,23.

Madonna di fronte a noi. Ludovico De Bonis ha pubblicato un importante saggio, con traduzione in inglese, che illumina la cantante icona della musica pop coi riflettori aperti dai fan. L’autore, infatti, con il suo libro cerca di coniugare la sua passione, Madonna, con il suo background culturale, come esperto in “comunicazione e media analyst”; “ciò che rende – spiega l’editore iQdB – il suo lavoro eccezionale rispetto ad altre opere sull’artista, è che nessuna di esse non ha analizzato il fenomeno dal punto di vista del pubblico, né si è concentrata sul fandom dell’artista, sulla sua complessa identità (come donna, come madre e come icona internazionale) e sulla scoperta che l’artista performer Madonna, secondo vari sociologi ed esperti del settore, è l’emblema della cultura popolare. Ciò che viene – aggiunge Stefano Donno – teoricamente raccontato e narrato è testato e praticamente testimoniato dalla voce di testimoni privilegiati, cioè i fan, attraverso una ricerca empirica condotta con la tecnica dell’intervista qualitativa, confrontando diverse generazioni. Da questa analisi generazionale emerge chiaramente che il fandom del cantante sta caratterizzando fortemente, cioè i punti di contatto e le notevoli differenze tra i ventenni, i trentenni e i quarantenni intervistati, sono esattamente gli stessi”.

L’analisi della carriera artistica di Madonna arriva fino al suo ultimo sforzo discografico intitolato “Madame X”. L’ultimo paragrafo del libro, appunto, è un viaggio descrittivo e simultaneo, un “work in progress” che l’autore e il lettore potranno completare insieme, una volta uscito il quattordicesimo album di Madonna nel febbraio 2021.

Il libro è un testo a metà, per l’esattezza, fra il saggio e il materiale divulgativo. Perché apre un nuovo e ulteriore approfondimento, di certo su Madonna. Ma sul fenomeno in genere. Dove insomma è anche il metodo da tenere in considerazione. E che potrebbe esser applicato ad altre figure del mondo dello musica e dello spettacolo in generale.