Il 25 novembre ricorre la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne e la scuola ha il dovere sociale di rivalutare il suo ruolo, promuovendo un approccio educativo volto a favorire equità e rispetto tra uomini e donne.
A tal fine l’I.C. “E. Fermi” di Matera ha fissato in modo permanente questa data nel calendario delle giornate di Cittadinanza, organizzando e promuovendo annualmente percorsi didattico-educativi curriculari e interdisciplinari.”

E’ quanto si apprende da una nota a firma della Dirigente Scolastica Professoressa Isabella Abbatino in si legge che:

“Nel primo di questi appuntamenti annuali, giovedì 25.11, ore 10,00, Aula Magna plesso “G.Fortunato”, gli alunni delle classi terze della secondaria di primo grado prenderanno parte alla performance artistica (lettura drammatizzata di un testo tratto da una storia vera) a cura dell’attrice della compagnia Hermes Teatro Laboratorio, Emilia Fortunato.

La rappresentazione sarà accompagnata dalle esecuzioni di brani tematici: “Ninna nanna Ucraina” di S.Sorokin, pianoforte a quattro mani, “Song for a woman”, ensemble di Clarinetti e Chitarre, “Leitmotiv, di André Waignein, pianoforte, “Il Funambolo” saxofono, “White Christmas”, ensemble di clarinetti, a cura degli allievi strumentisti delle classi III, coordinati dai loro docenti.

Seguirà dibattito sull’argomento con gli studenti che saranno chiamati a scrivere in forma anonima una propria riflessione sul tema della giornata.

Crediamo che educare al rispetto della persona e dei diritti delle donne, contrastare gli stereotipi di genere che sono alla base di una visione errata di donne e uomini nella società, possa concretamente mettere in discussione cultura e rapporti sociali che sostengono la violenza.

Un’occasione, speriamo, non solo educativa e civica; dall’aula al mondo, il ponte più saldo è unicamente quello della responsabilità sociale.”