Matera capitale della Cultura e delle Comunità. Basta passeggiare per via Ridola, per immergersi in lingue e culture diverse. La passeggiata di domenica prossima, 27 dicembre, potrà essere dedicata alla Santa Messa celebrata in rito greco dal papàs di San Paolo Albanese, alle ore 11,00 nella vecchia chiesetta di San Rocco a Casalnuovo (già Santa Teresa a Menabbiento), in via Casalnuovo.

Parteciperà e intonerà gli armoniosi ed emozionanti cori della liturgia orientale il gruppo di abitanti del piccolo comune di origine albanese, Shën Palji, posto alle pendici del Massiccio Montuoso del Pollino, il più grande Parco Nazionale.

La minoranza etnico-linguistica arbëreshe si è organizzata, anche, per visitare, nella giornata, la Chiesa rupestre bizantina di Santa Barbara e per conoscere da vicino il  Quartiere degli Albanesi.

Il Sindaco di San Paolo Albanese e il Sindaco di Matera daranno, poi, con i loro saluti di apertura, il via ad un breve seminario, che si svolgerà dalle ore 12 alle ore 13, presso la sala Levi di Palazzo Lanfranchi, per meglio conoscere ed approfondire la storia dell’insediamento del Quartiere degli Albanesi nei Sassi e della comunità arbëreshe Shën Paljit.

La giornata arbëreshe a Matera si concluderà, nel pomeriggio, con una visita guidata nei Sassi.

L’iniziativa, promossa dal Comune di San Paolo Albanese, d’intesa con il Comune di Matera, condivisa con la Direzione del Polo Museale Regionale della Basilicata ed organizzata dal Museo della Cultura Arbëreshe, in collaborazione con la Cooperativa Maecenatis, ha lo scopo di promuovere un primo incontro, di forte impatto emotivo, che miri a far rinascere, a riscoprire e a rafforzare un antico legame e una reciproca frequentazione, tra le due realtà della Basilicata che custodiscono, entrambe, valori importanti, unici ed irripetibili di  storia, di cultura, di tradizioni, di luoghi e di ambienti socio-antropologici, oltre che urbanistici-territoriali.download