Essere principi e principesse per una sera. Realizzare il sogno che ti accompagna da bambina. Volteggiare, a passo di danza, in un magnifico salone fiabesco tra lampadari scintillanti e tendaggi preziosi. A Matera si può. Non è uno scherzo di Carnevale ma una opportunità più unica che rara per calarsi in una atmosfera magica, sotto lo stemma di Palazzo Viceconte.

viceconte-matera

E’ “IL SOGNO DI UN VALZER”, l’iniziativa per il secondo anno consecutivo  presentata nella Città dei Sassi , che si animerà Sabato 6 febbraio alle ore 21,00 a Palazzo Viceconte.  Una serata che si ispira al Gran Ballo delle Debuttanti dell’aristocrazia di Vienna e che rivivranno nella Capitale Europea della Cultura 2019.

Le protagoniste saranno dieci splendide debuttanti che faranno il loro “ingresso in società”, accompagnati da altrettanti cavalieri.

C’è tempo fino a giovedì 4 Febbraio per iscriversi al casting. I requisiti di ammissione? Una età compresa tra i 16 ed i 23 anni , spiega l’ideatrice dell’evento, Maria Giovanna Labruna (iscriversi anche attraverso la pagina face book) .

Ogni ragazza durante l’evento proporrà un’esibizione con la possibilità di scegliere tra danza, canto e recitazione. Durante il gran ballo ci saranno diversi momenti di spettacolo. Per il ballo è prevista la presenza di campioni internazionali di valzer, per la musica saranno ospiti alcuni maestri d’orchestra e per la recitazione sono in arrivo attori e registi. I criteri di valutazione saranno il portamento, l’eleganza, l’esibizione e la cultura generale. Una giuria composta da personaggi dello spettacolo e della cultura

La reginetta uscente, la studentessa Roberta Capurso di Bisceglie,  consegnerà la corona alla debuttante che sarà scelta dalla giuria.

 

reginetta-capurso

La vincitrice oltre ad essere incoronata con un gioiello unico, riceverà in premio un prezioso ciondolo esclusivo realizzato dal noto maestro orafo Marcelo Di Gesù. rappresentante una “V” , come Vittoria, Viceconte e Vittoria di Matera.

“Dopo il grande successo ottenuto nella seconda edizione, a dicembre del 2014, questo è ormai diventato un evento legato al Palazzo Viceconte e per quanto mi riguarda non avrà altre dimore se non questo luogo meraviglioso”, spiega Maria Giovanna Labruna. “Abbiamo voluto confermare – aggiunge – la formula che ci ha dato tante soddisfazioni. Vivere un sogno si può: l’evento è nato sulla base di questa emozione e di questa aspirazione e vogliamo far sognare ancora, tra il volteggiar di valzer, gli incontri di mani e gli incroci di sguardi di debuttanti e cavalieri.

L’evento è organizzato con la collaborazione preziosissima dell’ISFOV ( Istituto di Formazione di Formazione e Orientamento “A. Volta”) . “Sono felice di poter collaborare a questo singolare progetto nella città di Matera, ha dichiarato il Direttore dell’Istituto Vincenzo Calò. Una città che fa della bellezza il suo portabandiera e grazie al percorso intrapreso, avrà nei prossimi anni, sempre più portata.

IMG_0685

“Credo che cultura debba essere rappresentata in tutte le sue sfumature e dunque anche attraverso la bellezza, il benessere, il make-up, gli abiti da indossare, ha aggiunto Mariateresa Mileo, docente di Make-Up presso l’ISFOV. Per questo, uno staff di allievi seguirà accuratamente tutta la parte relativa al trucco e alle acconciature.

Anche quest’anno “Il Sogno di un valzer” si lega al progetto missionario in Mozambico portato avanti da frate Antonio Triggiante da Montescaglioso.