Proseguono anche nel 2021 gli appuntamenti con la rassegna “Gezziamoci in casa”” è quanto si apprende da un comunicato stampa in cui si precisa che:

“Il primo dei due incontri online è promosso dal settore Fotografia di Onyx Jazz club, curato da Enza Doria.

Nell’ambito del progetto “I racconti per immagini. I fotografi si raccontano” Mercoledì 13 gennaio, a partire dalle 19 sulla piattaforma Zoom (link di accesso ad ogni incontro negli eventi Facebook della pagina di Onyx Jazz club Matera) o sul sito web: www.onyxjazzclub.com si potrà seguire la lezione online di Luca Chistè, moderata da Enza Doria responsabile del Settore Fotografia di Onyx Jazz Club.

LUCA CHISTE: ‘Nato a Trento, sociologo, fotografo e libero professionista si occupa di fotografia dal 1980 . Da anni svolge attività di formazione con le associazioni e le realtà culturali del territorio, sul linguaggio fotografico, le tecniche di ripresa, la post-produzione e la stampa di immagini analogiche e digitali secondo le prospettive metodologiche della fineart photography. La sua attività di indagine si concentra sulla fotografia etno/sociologica e sul paesaggio, sia naturalistico che urbano. Nel 2009 ha fondato Phf Photoforma.

Una conversazione sulla musica e sullo stato dell’arte del settore in Italia in epoca Covid sarà al centro della conversazione che il presidente dell’Onyx Jazz Club, Gigi Esposito, avrà con Danilo Rea venerdì 15 gennaio a partire dalle 19 sempre sulla piattaforma Zoom (link di accesso ad ogni incontro negli eventi Facebook della pagina di Onyx Jazz club Matera) o sul sito web: www.onyxjazzclub.com .

DANILO REA: Debutta nel 1975 nella musica jazz con Enzo Pietropaoli e Roberto Gatto, formando il Trio di Roma. Contemporaneamente al jazz, partecipa alla formazione del gruppo New Perigeo, di cui è leader e fondatore il contrabbassista Giovanni Tommaso e affronta una lunga tournée (settantadue concerti in settanta giorni) con Rino Gaetano e Riccardo Cocciante. Tra le sue collaborazioni spiccano nomi del panorama internazionale come Chet Baker, Lee Konitz, John Scofield e Joe Lovano. Nel 1989 partecipa al lavoro di Roberto De Simone “Requiem per Pier Paolo Pasolini, rappresentato al teatro San Carlo di Napoli con la direzione di Zoltán Peskó.

In Italia sono numerose le sue collaborazioni da Mina a Claudio Baglioni, Pino Daniele e Fiorella Mannoia. Le sue improvvisazioni, che spaziano su qualsiasi repertorio, sono apprezzate durante i concerti che tiene nelle tournée nel mondo e durante i principali festival jazz. Nel 2012 ha accompagnato in alcune serate estive Gino Paoli, sia da solo che con il gruppo composto da Flavio Boltro(tromba), Rosario Bonaccorso(contrabbasso) e Roberto Gatto (batteria), nell’ambito del progetto “Incontro in jazz,” nato sulla scia della collaborazione all’album Milestones del 2007.