Ente Parco della Murgia: 4 e 5 Luglio nuovi appuntamenti culturali con “NaturArte”

Nell’ambito del progetto “NaturArte IV edizione, alla scoperta dei Parchi della Basilicata”, finanziato dalla Regione Basilicata, l’Ente Parco della Murgia Materana presenta due giornate ricche di eventi, all’insegna di attività e laboratori green, culturali e musicali.

NATURARTE GREEN BIKE

Gli eventi in programma per le giornate del 4 e 5 luglio sono incentrate sul tema della bicicletta, e prevedono pedalate con il coinvolgimento delle associazioni e organizzazioni ciclistiche di Montescaglioso e Matera, rappresentazioni teatrali, sonorizzazioni dal vivo, racconti, concerti, laboratori tecnici della composizione applicata alle immagini e seminario sulla valorizzazione e riscoperta di materiali storici, che si terranno nelle giornate di domenica 4 e lunedì 5 Luglio principalmente nell’ Abbazia di San Michele Arcangelo e nel Centro Visite di Pianelle di Montescaglioso.

Gli eventi verranno proposti rispettando le misure anti covid-19. La partecipazione è obbligatoria previa prenotazione mediante il sito naturartebasilicata.eventbrite.com.

Il Presidente dell’Ente Parco, Michele Lamacchia, dichiara: “Siamo felici di ripartire con questi importanti appuntamenti in presenza a Matera e Montescaglioso. Le attività programmate sposano la filosofia di NaturArte, finalizzata alla promozione della rete ecologica della Basilicata, attraverso la tutela e conservazione del sistema delle aree protette e della biodiversità, valorizzandone la dimensione sociale ed economica”.

PROGRAMMA

ENTE PARCO DELLA MURGIA MATERANA – NATURARTE 4-5 LUGLIO 2021, Montescagliso (MT)

Domenica 4 Luglio
9:30 | Pedalata a Pianelle
17:30 | Pedalata da Pianelle a Parco dei Monaci A/R
20:00 | Federica Molteni in “Gino Bartali, Eroe silenzioso”
22:00 | Rossella Spinosa

Lunedì 5 luglio
17:30 | Pedalata nel centro storico di Montescaglioso
17:30 | Laboratorio con Rossella Spinosa
18:30 | Mariella Berti: il Cicloturismo in Basilicata
20:30 | Andrea Satta e Angelo Pelini in “Good Bike”
22:15 | Tino Tracanna Double Cut in concerto

Gli ospiti:

Federica Molteni – Attrice, formatrice teatrale, ma soprattutto appassionata lettrice ed esperta di letteratura per l’infanzia. Dal 2020 ha focalizzato la sua passione per il lavoro vocale, cominciando a studiare doppiaggio presso la Voice Arte Dubbing di Roma Dal 2000 lavora come attrice professionista, collaborando con diverse compagnie, sia di teatro ragazzi che teatro serale: Erbamil, Sezione Aurea,Teatro Caverna.Nel 2008, fonda insieme a Michele Eynard la compagnia teatrale Luna e GNAC di Bergamo.I lavori della compagnia sono stati replicati in tutta Italia,e anche in molti festival di teatro di figura al’estero: Spagna, Francia, Lussenburgo, Svizzera, Polonia, Russia, Cina. E’ autrice e attrice negli spettacoli “Fiatone- Io e la bicicletta”, “Gino Bartali- Un eroe silenzioso”, “Scarpette Strette”, “Moztri! Inno all’Infanzia”, “Leggetevi Forte”, “Il Giorno prima dell’inizio del Mondo”, “Carbonara-Risorgimento a Fumetti”, “Parole a Matita”. Dal 2010 al 2015 ha curato la direzione artistica del Festival di Letture per l’infanzia Fiato ai Libri junior, organizzato dal Sistema bibliotecario Seriate-Laghi.L’incontro con la regista e drammaturga Carmen Pellegrinelli l’aiuta a ricercare nuovi territori espressivi, nuove tematiche più consone alla sua anima, e da questo incontro nascono gli spettacoli più intensi e poetici della compagnia Luna e GNAC, che la vedono in scena, sia con il collega Michele Eynard, anche illustratore, che da sola.Dal 2016 porta in giro per l’Italia e l’Europa il monologo “Gino Bartali- Un eroe silenzioso”, che ha all’attivo più di 200 repliche, con oltre 30.000 spettatori.

Rossella Spinosa – Si diploma giovanissima in pianoforte, clavicembalo, composizione e, negli stessi anni, si laurea con lode e plauso accademico in Legge e in Musicologia. Rossella suona in alcune delle sale più importanti italiane ed estere come Carnegie Hall di New York, Sala Bartòk Hindemith Foundation, Cohen Studio Theather dell’Università di Cincinnati, Italian Bunka Kaikan di Tokyo, Accademia Liszt di Budapest etc., collaborando con compositori di prestigio (tra i quali, Paolo Castaldi, Luis De Pablo, Ivan Fedele, Giacomo Manzoni, Bernhard Lang, Misato Mochizuchi, Luis Bacalov, etc.) ed eseguendo molte opere nuove a lei stessa dedicate, in Europa, Canada, Stati Uniti, Russia, Sud America, Corea e Giappone. A partire da ottobre 2009 – occasione in cui ha eseguito in prima mondiale la “Baires 1 Suite” per due pianoforti di Luis Bacalov, in duo pianistico con lo stesso Premio Oscar – si è avviata altresì una forma di collaborazione stabile con il compositore argentino, proseguita sino a pochi mesi prima della scomparsa del Maestro. Rossella scrive opere da camera, per orchestra, per la lirica ed il teatro che le sono commissionate ed eseguite da Orchestra da Camera di Lugano, Orchestra da Camera Fiorentina, Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano, Kyev Camerata, Orchestra del Teatro Vittorio Emanuele di Messina, Orchestra da Camera “I Solisti Lombardi”, Gruppo di Musica Contemporanea di Lisbona, Dedalo Ensemble, Ensemble Risognanze etc. Sonorizza ad oggi 90 pellicole di Cinema Muto, che registrano grande riscontro di pubblico e di critica, per orchestra sinfonica, per ensemble e per pianoforte solo.

Andrea Satta – Sin da piccolo appassionato di musica, Andrea viene selezionato per partecipare allo Zecchino d’Oro, ma la sobrietà familiare fa naufragare il progetto. Ripiega dunque sulla passione per il ciclismo, ascoltando il Giro d’Italia alla radio e riproponendo la corsa in casa con dei pezzettini di carta – personalizzati con i colori delle squadre – che sposta soffiandoci sopra, e su uno studio autistico della geografia. Nel frattempo matura una grande passione per i poeti e gli chansonnier francesi, in particolare per Leo Ferré, studia canto e si iscrive a Medicina.
In quegli stessi anni conosce Angelo Pelini e nel 1992 fonda con Angelo, Carlo e Luca i Têtes de Boi. Oltre che voce e autore dei testi della band, è ideatore e direttore artistico dei molti festival e progetti portati avanti dai Têtes in questi anni (“Stradarolo”, “Sotto il cielo di Roma e Berlino”, “Ferrovia dell’Allume”, “Avanti Pop”, “41° Parallelo”, “Festival della Bicicletta”, “Palco a Pedali” ecc.) e fa il pediatra nella periferia romana.
Poeta e scrittore, ha all’attivo due libri “I riciclisti” (Ediciclo, 2009) e “Ci sarà una volta – favole e mamme in ambulatorio” (Infinito Edizioni, 2011). E’ stato inviato al Giro d’Italia e al Tour de France per il Manifesto e L’Unità (su quest’ultima testata con il vignettista Sergio Staino) e, sempre su L’Unità, ha una rubrica settimanale, “Dio è morto”.
Ha partecipato come co-protagonista e co-sceneggiatore al film “Passannante” di Sergio Colabona, oltre che come autore delle musiche insieme ai Têtes de Bois.

Tino Tracanna –  Sassofonista, Compositore e Didatta. Muove i primi passi con Gianluigi Trovesi e continua da autodidatta collaborando con diversi gruppi bergamaschi tra cui ricordiamo Ziggurat con cui incide il suo primo L.P. per la Red Record e Reza Trio (Panza Massazza).
Si laurea in Discipline delle Arti, Musica e Spettacolo presso l’Università di Bologna.
Nei primi anni ’80 comincia la sua collaborazione con Franco d’Andrea che lo porta all’attenzione nazionale e con cui incide vari L.P.
Tra questi “No Idea Of Time” e “Live” vincono il referendum di Musica Jazz come miglior disco dell’anno nel 1984 e 1986. Col quartetto ( e poi quintetto e sestetto) di d’Andrea partecipa a numerosissimi festival nazionali ed internazionali fino ai primi anni ’90.
Sempre nei primi anni 80’ incontra Paolo Fresu col quale inizia una collaborazione che continua tutt’ora. Con questo quintetto incide molti album tra cui “Live in Montpellier” vince il referendum di Musica Jazz nel 1990 e come gruppo lo stesso referendum negli anni 1990 e 1991. Dal 1995 é docente presso diversi conservatori italiani e dal 2000 docente di ruolo e coordinatore dei Corsi Jazz presso il Conservatorio Verdi di Milano.

 

Related posts

Rispondi