Domenica 14 marzo 2021 è la 7^ Giornata Nazionale del Paesaggio, istituita dal MiC – Ministero della Cultura con l’obiettivo di promuovere la cultura del paesaggio e sensibilizzare i cittadini, attraverso attività sull’intero territorio nazionale.

Alla giornata del paesaggio, quest’anno segnata dalla terribile e dolorosa pandemia del Covid 19, la Direzione Regionale Musei Basilicata e la rete dei Musei e Luoghi della cultura lucani partecipano con una serie di attività virtuali che avranno inizio alle ore 11.00 sulle pagine Facebook dei rispettivi musei (a cui si accede liberamente senza essere iscritti a FB, trattandosi di pagine istituzionali) e sui social della Direzione (Instagramm, Twitter e FB).

Di seguito il programma delle iniziative:

POTENZA / Museo Archeologico Nazionale della Basilicata Dinu Adamesteanu.
Il paesaggio immaginario: l’altura di Torre di Satriano. Si rende omaggio ad uno dei siti più caratteristici della Basilicata, l’altura di Torre di Satriano, connotata dalla torre di epoca normanna che ancora oggi si staglia sulla collina. È un paesaggio immaginario quello archeologico, un ambiente di cui restano poche ma significative tracce grazie alle quali possiamo ricostruire oggi le antiche caratteristiche di un luogo.

MELFI / Museo Archeologico Nazionale Massimo Pallottino.
Il Paesaggio medievale di Melfi: i tratturi. Il tema scelto è quello dei tratturi nel paesaggio medievale di Melfi e del territorio. L’obiettivo è quello far conoscere un elemento essenziale del paesaggio storico che continua a vivere e segnare profondamente il paesaggio contemporaneo. L’evento, realizzato in collaborazione con Archeoclub di Melfi, è indirizzato a tutti i tipi di pubblico.

VENOSA / Museo e Parco Archeologico Nazionale.
Venosa vista dalla torre del Castello. Il video è stato girato salendo sulla cima del torrione meglio conservato del Castello di Pirro del Balzo. A 22 mt di altezza la vista offre un suggestivo sguardo a 360° su tutta la città oraziana e sull’intero territorio venosino, dominato a ovest dalla grandiosa mole del Vulture, che rappresenta uno degli elementi paesaggistici di maggior valore identitario del territorio e delle comunità vulturine.

METAPONTO / Museo Archeologico Nazionale.
Virtual Tour – Metaponto, Parco archeologico e Tavole Palatine. Con il virtual tour – realizzato dalla società 3Dimensioni di Eugenio Malatacca – sarà possibile visitare da remoto il Parco archeologico dell’area urbana di Metaponto e il Tempio di Hera così dette Tavole Palatine, apprezzandone la bellezza e la complessità delle architetture. Ciò attraverso visuali d’assieme mozzafiato sino a scendere nel dettaglio del manufatto archeologico. Un modo per continuare a mantenere vivo il legame con il patrimonio culturale metapontino e per offrire la possibilità di visitarlo virtualmente in un periodo segnato dall’emergenza Covid 19.

POLICORO / Museo Archeologico Nazionale della Siritide.
Herakleia, dall’alto. Video realizzato appositamente per la celebrazione del paesaggio italiano. Saranno mostrati i resti dell’antica città di Herakleia attraverso un punto di vista inusuale. L’utilizzo infatti del drone ha permesso di osservare dall’alto angoli e dettagli della Collina del Castello e della Valle del Varratizzo su cui venne edificata la colonia tarantina nel 433/432 a.C.

MURO LUCANO / Museo Archeologico Nazionale.
L’area naturalistica e storica del burrone ‘Ripe’. Il video illustrerà il percorso naturalistico e monumentale del burrone ‘Ripe’ con la strada, i nove mulini e una gualchiera di epoca normanna.

GRUMENTO NOVA / Museo Archeologico Nazionale dell’Alta Val D’Agri.
Val d’Agri: dall’archeologia al paesaggio. Le immagini presentate, rielaborazioni dello skyline della valle vista da Grumento Nova, saranno corredate da una breve descrizione del geologo ottocentesco Giuseppe De Lorenzo, il quale sottolineava la straordinarietà del paesaggio della valle: la visita del museo e del parco archeologico permettono di cogliere appieno la strettissima connessione tra paesaggio naturale e paesaggio archeologico.

MARATEA / Palazzo De Lieto – Pinacoteca Angelo Brando.
Grafie di luce. Nelle quattro sale della pinacoteca, al posto dei dipinti della collezione Angelo Brando, saranno esposte, in maniera virtuale, otre cinquanta fotografie di Antonio Angri che ritraggono suggestivi paesaggi di Maratea e del Golfo di Policastro. Il virtual tour è stato realizzato da 3Dimensioni di Eugenio Malatacca e sonorizzato con brani musicali tratti dalla omonima composizione del M° Damiano D’Ambrosio, l’autore della “colonna sonora” del museo. In collaborazione con il Centro Culturale Josè Mario Cernicchiaro Maratea.

TRICARICO / Palazzo Ducale.
Alture, valli e paesi della Lucania interna. Sarà messe in rete un video in cui scorreranno immagini del territorio realizzate da Pasquale Lamarra, fotografo tricaricese. Immagini di luoghi in cui la frequentazione dell’uomo è attestata già dal IX sec. a.C. e che la natura, prevalentemente boschiva del territorio, rende difficile verificare in epoca precedente. Alture per abitare e valli per spostarsi, attraverso tratturi e vie ancora oggi percorribili, che hanno visto camminare greci, indigeni romani, normanni e saraceni e che rendono ancora oggi vivo il paesaggio della Lucania interna.