Sì. Se Matera vuole la carica giusta per tornare a fare cultura, turismo, economia non può che pescare a piene mani nel forziere della memoria dei luoghi e della sua gente, come fanno da sempre – e a volte ignorati o sottovalutati – la nostra Ragnatela Folk Band che ha messo a segno un colpo di spessore mediterraneo https://youtu.be/wNHmw0TqNXA. E lo ha fatto con quella ballata, anzi quella Tarantella nostrana, concentrato di musica, danza, tradizioni vere che è ” Cortopass” del quale abbiamo parlato in altri servizi come questo
https://giornalemio.it/eventi/cortopass-cortopass-addo-t-jecckj-addo-t-lass-e-la-ragnatela-ricorda-levi/.


Un video visionabile sui social, che è un inno alla spensieratezza e alla riflessione per liberarsi dal virus a corona. E per guardare con un pizzico di fiducia alla ripresa dalla crisi sopratutto economica che ha colpito doppiamente Matera, passata dal silenzio seguito alla cerimonia di chiusura dell’anno da capitale europea della cultura al confinamento contumaciale da covid 19. Piaccia o no si riparte, non dimentichiamolo, si deve ripartire da quello che abbiamo . Anche da luoghi comuni tra il serio e il faceto come l’arte di ” Criallass…mangiare, bere e andare a spasso”. Ed è quello che dobbiamo offrire ai turisti sulle note di ” Cortopass” con un progetto di promozione turistica che dai rioni Sassi, come evidenzia il filmato, da un periodo di Quaresima e di Quarantena se vi va, triste, possa portare a una fase liberatoria di energie, di animazione, che tiri fuori la vera anima di Matera… e che lo scorso anno è stata dimenticata nel calderone di eventi, spesso estranei alla nostra cultura e identità,che hanno preso…e non hanno lasciato nulla. Sì. I Ragnatela Folk Band, e quanti li hanno accompagnati nell’ultimo lavoro e sostenuti nella tormentata storia dei loro festival, hanno dimostrato di voler bene a Matera, alla sua cultura, alla cultura del Mezzogiorno e del Mediterraneo. Il turismo si fa partendo e valorizzando le ‘unicità’ del nostro territorio. Lo diciamo a quanti girano a vuoto senza indicare contenuti e progetti intorno allo slogan del turismo di prossimità. Guardate il video e sostenete il progetto dei Ragnatela. E’ la nostra storia.E’ la storia di Matera. E’ la storia del Mezzogiorno. Cortopass, Cortopass…

LA NOTA UFFICIALE
——————————————————
LA TARANTELLA DEL SUD ITALIA
Si chiama “Cortopass” l’ultimo lavoro inedito della Ragnatela Folk Band ed esce su YouTube accompagnato dal videoclip diretto da Isabelle Montoya, regista
francese che aveva già firmato il primo videoclip della stessa band per il brano “Iatta
Nera”. La direzione della fotografia è stata affidata a Jhonatan Perrut e la color
correction a Gaelle Tanguy.
“Cortopass” potrebbe definirsi un “canto popolare contemporaneo”, traendo le radici
da un intercalare contadino riportato da Carlo Levi nel suo “Cristo si è fermato ad
Eboli”, quando i contadini di Aliano, riferendosi alla vipera apparentemente letale
che si nascondeva tra le fessure dei calanchi, usavano dire: “Cortopassi, cortopassi,
ove te trova, là te lassi”.
La Ragnatela Folk Band riadatta questo inciso servendosene come metafora di un
amore intenso, paragonato al morso di una vipera il cui veleno porta il protagonista
della nostra canzone a perdere la ragione, tanto da non riuscire più a distinguere la
dimensione del sentimento da quella dell’illusione del sentimento stesso.
È un crescendo di tensione, sia musicale che narrativa, che termina contando i passi
che lo trascinano al di fuori dalla canzone e lo consegnano all’ascoltatore.
In “Cortopass” le sonorità della Ragnatela Folk Band trascendono i cliché della
musica popolare tout court, strizzando l’occhio a delle textures più rock e
contemporanee.
Il videoclip è stato girato interamente a Matera, presso la Chiesa delle Monacelle,
con la partecipazione dei musicisti della Ragnatela Folk Band e degli attori Donisa
Mazzoccoli e Giuseppe Ranoia.

CORTOPASS (official video) – https://youtu.be/wNHmw0TqNXA
Claudio Mola – +39 328 155 95 20
Massimo Abbatino – +39 3391696640
BIOGRAFIA
La Ragnatela Folk Band è una piccola orchestra di musica popolare Materana con
un’attività di oltre dieci anni maturata su numerosi palchi delle principali iniziative di
settore, e propone, attraverso il suo spettacolo, un viaggio nei ritmi della tradizione
musicale del Sud Italia, ponendo la tarantella al centro di un percorso di ricerca e
produzione che ha portato la stessa band, nel 2015, ad incidere e pubblicare il primo lavoro
discografico “Na Uascèzz”.
Trainata dal leader Claudio Mola, rinomato fisarmonicista che vanta numerose
importanti collaborazioni con i protagonisti della scena musicale di tutto il Sud Italia,
Arrangiatore dell’Orchestra “Ragnatela Folk Fest” festival internazionale della Musica Etno
Folk. La Ragnatela Folk Band si arricchisce anche di elementi di diverse estrazioni musicali,
tra cui Rino Locantore, esponente di lunga data del folk lucano, nonché costruttore e
suonatore di cupa-cupa, strumento principe della tradizione musicale del materano nonché
oggetto di numerose ricerche etnomusicologiche.
Ragnatela Folk Band
LineUp:
Claudio MOLA – voce, fisarmonica, organetto, lira calabra
Rino LOCANTORE – voce, cupa cupa
Massimo ABBATINO – chitarra acustica/elettrica
Giuseppe PIGNATELLI – basso
Antonello Gravela – sax tenore
Gianni GRILLI – sax contralto
Giuseppe DI MARZIO – tromba
Antonio VITALE – tamburo a cornice
Aris VOLPE – batteria e percussioni
Donisa MAZZOCCOLI – danza
Alcune partecipazioni della RFB:
Interkulturelles Stadtfest– Friedrichshafen (DE); Carmina Spartana (da Matera a Plovdiv)
Orchestra della Magna Grecia Matera e Taranto; L’Anno Che Verrà Capodanno RAI1 – Matera
(MT) Paleariza festival – Reggio Calabria (RC), Irno etno folk – Lancusi (SA), Festival
Internazionale del tamburello – Roma (RM), Kaulonia tarantella festival – Caulonia (RC),
Premio Heraclea – Policoro (MT), Ragnatela folk fest – Matera (MT), Bitonto Folk Festival –
Bitonto (BA), Le Castella Tarantella Week – Le Castella (KR), Suoni e sapori del salento –
Otranto (LE), Tam Tam festival – Lecce (LE), Sagra te lu ranu – Merine (LE), SalTaranta – Acuto
(FR), La tarantella crea dipendenza festival – Condofuri marina (RC), Lucania Ento-Folk –
Satriano di Lucania (PZ) – La Luna e i Calanchi – Aliano (PZ)
LINK
www.ragnatelafolkband.com
https://www.facebook.com/ragnatelafolkband/


CONTATTI
ragnatelaband@gmail.com