Con MaterElettrica il paesaggio della Murgia si trasforma in musica

In occasione delle giornate del “RaccontArti”, evento organizzato dall’Ente Parco della Murgia Materana, MaterElettrica terrà due giornate di workshop presso l’Abbazia di San Michele di Montescaglioso, il 16 e il 17 luglio. Il laboratorio, con l’uso di supporti digitali visivi e sonori, realizzerà una mappatura dei luoghi del Parco della Murgia Materana che si trasformeranno in una vera e propria carta geografica musicale.”

E’ quanto si apprende da una nota in cui si specifica che:

A tale scopo sarà utilizzato Itaca, un applicativo ideato da Antonio Colangelo e realizzato dal team di Wideverse, una start-up innovativa spin-off del Politecnico di Bari nata per sviluppare prodotti basati sulle tecnologie di realtà virtuale, realtà aumentata ed intelligenza Artificiale. Itaca permette di mappare percorsi e luoghi, trasformando gli itinerari in vere e proprie melodie, corredate della loro relativa trama armonica.

Da molti anni la landscape art ha trovato una sua dimensione produttiva ed espressiva autonoma e robusta. MaterElettrica ad essa si è dedicata con costanza fin dagli esordi della sua attività, attratta dalle diverse possibilità che il paesaggio, inteso nella sua più ampia concezione, offre all’artista. Dall’ambito ecologico MaterElettrica s’impegna da tempo nell’elaborazione di un’ecologia del suono, quello più dichiaratamente espressivo. Il paesaggio rappresenta nelle sue diverse dimensioni un terreno fecondo di cultura e per la ricerca è diventato una vera e propria partitura.

La produzione si avvale di diversi supporti visivi, sempre digitali, inclusa l’animazione visiva in tempo reale. La combinazione di questi elementi trova una sua sintesi nella realizzazione di una partitura originale della performance multimediale conclusiva. Alla performance sono invitati a partecipare coloro che hanno seguito il seminario, ciascuno per le proprie competenze, sia i musicisti che i videoartisti, che collaboreranno alla realizzazione del seminario medesimo. In scena quindi ci saranno diverse tipologie di strumenti (meccanici, elettroacustici, digitali), e artisti visuali, tutti chiamati a lavorare intorno alla partitura/mappa elaborata durante il laboratorio.

Il lavoro è curato da Fabrizio Festa, compositore, direttore d’orchestra, music e sound designer, docente presso il Conservatorio Duni, dove è stato trai fondatori di MaterElettrica, collettivo nato all’interno della Scuola di Musica Elettronica del Conservatorio Duni di Matera, dedito alla ricerca in ambito elettroacustico, performance e design (Music e Sound Design)nei diversi settori legati alla produzione artistica e all’applicativo sonoro industriale.

Il workshop sarà tenuto da Mario Spada, musicista, compositore e allievo della Scuola di Musica Elettronica del Conservatorio Duni di Matera e Gianpaolo Cassano, musicista, compositore, sound designer e diplomatosi presso la Scuola di Musica Elettronica del Conservatorio E.R. Duni di Matera.”

Related posts

Rispondi