Un articolo di Franco Martina, “Movie Tour a Matera ed è Cineturismo” pubblicato il 23 Ottobre su questo spazio, mi ha incuriosita così tanto che ho deciso di provare il “Movie Tour” personalmente.

E’ domenica mattina. La giornata è delle migliori per camminare nei Sassi. Soleggiata ma non particolarmente calda. Il cielo azzurro e di tanto in tanto una folata di piacevole venticello.

IMG_9396

Il gruppo, circa 20 persone, ha ospiti di eccezione: i registi  Cinzia Th Torrini, Nicola Cirasola, Luca Trovellessi che già da due giorni hanno seguito i lavori e gli incontri previsti per la presentazione del progetto.  Ma anche la guida è eccezionale: Francesco Foschino espertissima guida turistica ma soprattutto un grande comunicatore. E poi ci sono  il presidente del Gal Bradanica, Leonardo Braico e il responsabile del progetto, Giuseppe Lalinga. Insomma, gli attori (è il caso di dire) ci sono tutti. Tutti con la giusta convinzione che il cinema può essere un ottimo veicolo e strumento di promozione del territorio e che un percorso dedicato al cinema potrebbe servire non  solo per catalizzare un tipo di turismo dedicato ma anche per avere un ulteriore pretesto per  far conoscere la città dei Sassi attraverso quegli scorci immortalati nelle pellicole cinematografiche. Insomma, gli elementi ci sono tutti per un esempio concreto di quello che viene tecnicamente chiamato un turismo di motivazione. E così, motivati e incuriositi, cominciamo il nostro  tour sperimentale in cui sono state individuate 5 location; 3 di queste utilizzate per le riprese di The Passion, di e con  Mel Gibson e 2, invece, per girare L’uomo delle Stelle di Giuseppe Tornatore.

IMG_9390

Si parte da Porta Pistola, luogo dove Mel Gibson girò la scena dell’entrata dei soldati romani mentre varcano le mura di Gerusalemme. Un pannello, un prototipo, trasmette informazioni di tipo storico, geografiche e anche della pellicola interessata. Le nuove tecnologie, poi, aggiungono la ciliegina sulla torta perché, grazie ad un codice QR, basta puntare uno smartphone o un tablet ed eccoti catapultato sulla scena del film. Ma il valore aggiunto del percorso lo faranno sicuramente le guide che debitamente formate, potranno arricchire di notizie e soddisfare le curiosità dei turisti.

Si procede visitando la grotta in cui fu girata l’ultima cena del Signore, nella Chiesa Madonna delle Virtù; poi  il vicolo in cui la Madonna corre incontro al Figlio mentre trasporta la pesante croce e via dicendo in un viaggio parallelo tra la storia e il cinema.

Insomma un assaggio per immaginare  una attività che sarà di non trascurabile importanza per tutta la Basilicata. I Sassi di per sé rappresentano già un grosso attrattore ma, non bisogna dimenticare che,  il territorio circostante è ricco di altrettanti spunti preziosi sui quali imbastire un’offerta turistica-culturale-cinematografica di primaria importanza. E il progetto del Gal Bradanica abbraccia tutto questo.

IMG_9393

Convinti e affascinati dal percorso, dalla ricchezza dei contenuti e dalla non banalità del progetto, i registi. Per tutti loro, è un’occasione da non perdere e da mettere a regime nel più breve tempo possibile. Perché le belle idee hanno le ali ai piedi.

IMG_9394