Merito di Giuseppe Bubbico e Gennaro Guerriero, entrambi della Scuderia historic club “Lupi della Lucania”, se in tanti compieranno un tuffo nel passato al passaggio della gloriosa Fiat Cinquecento, che raggiungeranno Matera il 3 agosto provenienti da Potenza, con partenza il 27 luglio, a conclusione del ‘’Giro d’Italia’’ compiuto a bordo di una ‘’500 F’’ del 1968. Ne sapremo di più in occasione della presentazione del “Giro d’Italia in 500”, che si terrà a Potenza il prossimo 18 luglio, alle ore 18, sulla terrazza del bar-pasticceria “Chillounge by Piro” in via del Gallitello 51. Ma resta il mito della ‘’piccola di casa Fiat’’.La Fiat 500 è l’auto, che nelle varie versioni, ha motorizzato il BelPaese, passato dalle due ruote (Vespa e Lambretta) alle quattro della piccola vetturetta disegnata da Dante Giacosa e con una serie di versione prodotte con la ‘’L’’ fino agli anni Settanta. Vero la Fiat ha prodotto di recente un’altra Cinquecento di successo, ma è tutt’altra cosa. Oggi marce sincronizzate fino alla sesta, digitalizzazione, u connect e via elencando. Ieri la ‘’doppietta’’, quattro marce, sedili a squadro e duri che costringevano le coppie della Prima Repubblica ad acrobazie difficili da raccontare… Ma la ‘500’ che costava, nuova, con altri tre zeri…e usata molto meno, era e resta un gioiellino di meccanica e di design e con tanta fantasia nell’assecondare la voglia corsaiola dei ‘’piloti’’. Distanziare il cofano posteriore con un supporto, un volante più stretto con lo scorpione dell’Abarth, quattro ruote larghe che rischiavano di essere incise dalla carrozzeria e qualche civetteria ‘piazzata’’ dalla mano rosa di circostanza ne facevano una graziosa compagna di viaggio. Consumi parchi, prima con benzina normale e poi super, e qualche optional: dal tettuccio apribile, utilissimo per tirare fuori le bandiere per festeggiare scudetti della squadra del cuore o della nazionale, alla radio in bachelite di marca italica autovox, ultravox, voxon, irradio, installata con tanto di ‘schermatura’’ delle candele , antenna sulla capote o bucando la carrozzeria. Cara vecchia 500, lupetta dei ‘’ Lupi della Lucania’’. Le auguriamo altri 50 anni e passa sulle tormentate ma pittoresche strade della nostra regione.