A Matera: martedì 3 marzo 2015, Teatro Comunale e a Potenza: giovedì 5 marzo 2015 Teatro Stabile (sipario ore 21,00) ci sarà il debutto nel Sud Italia del nuovo spettacolo de Il Teatro delle Albe/ Ravenna Teatro, la pluripremiata compagnia ravennate che porterà in scena Il Giocatore, regia di Marco Martinelli e interpretato da Alessandro Argnani.

Il tema portato in scena è di stretta attualità, quello del gioco d’azzardo e delle ludopatie, che in questo spettacolo mostra l’eliminazione di ogni tipo di pensiero, degradando la personalità: con conseguenze, non solo economiche, ma soprattutto emotive e relazionali, devastanti

Questo appuntamento con il pubblico lucano segna l’avvio della collaborazione fra Il Teatro delle Albe/ Ravenna Teatro e il Consorzio Teatri Uniti di Basilicata, che lavoreranno dal 2016 al 2019 al progetto della non-scuola: di cui saranno protagonisti gli alunni delle scuole Medie superiori lucane. Un progetto che, per la prima volta in Italia, vedrà l’interazione fra teatro e sport e che sarà illustrato, ai creativi lucani e ai referenti delle squadre giovanili di Basket, nei giorni in cui Alessandro Argnani sarà in Basilicata.

Il Teatro delle Albe/ Ravenna Teatro, sin dal suo esordio nel 1983, è impegnato in una ricognizione sul presente, sulle contraddizioni della società attuale. E rappresenta un teatro che ha bisogno di relazionarsi con un mondo, che vuole incontrarsi e “scontrarsi” col pubblico. Ed è in questa ricerca che si colloca lo spettacolo Il Giocatore (solo nel titolo è debitore al romanzo di Fëdor Dostoevskij del 1866) che affronta la deriva personale, scevra da giudizi morali, e responsabilità collettiva, nella discesa agli inferi di un giocatore patologico.

“Il giocatore – spiega l’autore, il drammaturgo Marco Martinelliracconta la caduta vertiginosa di un giocatore di slot machine, di un annegare nell’azzardo, dove ogni legame affettivo viene sacrificato sull’altare del niente. Amara è la sua fine e, nel suo malato sogno di potenza, delira da solo dal fondo di un fossato di campagna, colpito a morte dai suoi strozzini, allo stesso tempo vittima e carnefice di se stesso”.

Il testo, ideato da Martinelli assieme a Ermanna Montanari, racconta la storia di un contadino arricchito della Romagna, interpretato da Alessandro Argnani, un uomo strettamente legato alla terra, ma uno della nuova generazione e ormai distaccato dai valori tradizionali. Quest’uomo è ora sprofondato in una fossa, distrutto dal vizio del gioco. Si è giocato il trattore, poi la terra, ha mentito a parenti e amici e finge a se stesso, per ottenere i soldi che gli servono per continuare a giocare.

 PREVENDITA:

A Potenza: Info&Tickets  c/o 2° piano cineteatro don Bosco, Piazza don Bosco

Tel. +39.971.274704 – Fax +39.971.26794     E-mail: info.tickets

 

A Matera: Unibastore+ Community Information Center   piazza Matteotti n.3.

Orari: dal lunedi al venerdi dalle ore 9.00 alle ore 14.00 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00

il sabato dalle ore 10.00 alle ore 13.30;

Il giorno dello spettacolo la biglietteria avrà i seguenti orari:

mattina: dalle ore 9.00 alle ore 14.00 all’Unibastore+

pomeriggio: dalle ore 15.00 alle ore 18.00 all’Unibastore+

dalle ore 18.30 alle ore 21.30 al botteghino del teatro in cui si terrà lo spettacolo.