lunedì, 4 Marzo , 2024
HomeEventiBaSi jazz al concerto finale. Ed è festa in Casa Cava

BaSi jazz al concerto finale. Ed è festa in Casa Cava

E non poteva che concludersi con un concerto domani, venerdì 10 novembre, l’edizione 2023 di Basijazz. Una delle tante iniziative del corposo programma dell’Onyx jazz club che è andato ad attivare un fiume di lava musicale (naturalmente) ai piedi dell’Etna. Era, infatti, cominciato nel febbraio scorso il progetto con studentesse e studenti di Matera e Catania. Una iniziativa che ha entusiasmato tutti e che si è potuto realizzare grazie al sostegno del MIC, Bando Musica Jazz 2023 e ha visto la sinergia artistica fra l’associazione nazionale Il Jazz va a scuola, l’APS Onyx Jazz Club E.T.S. di Matera e l’associazione culturale Algos – Monk Jazz CLub – di Catania. Naturalmente, dopo l’evento di domani, si lavora per fare altro e con il marchio I.J.T. – Indicazione Jazzistica Tipica, un bollino di qualità che riconosce le eccellenze del territorio e l’impegno nel diffondere la musica jazz, nella valorizzazione dei talenti.

IL COMUNICATO
Si conclude a Matera BaSi Jazz: un ponte tra i territori il programma dedicato alle scuole che per 10 mesi ha coinvolto gli studenti di Matera e di Catania alla scoperta della musica jazz

Il concerto finale del progetto venerdì 10 novembre alle 17:30 nell’auditorium di Casa Cava in via San Pietro Barisano

Si concluderà a Matera venerdì 10 novembre alle 17:30 nell’auditorium di Casa cava il progetto didattico BaSi Jazz: un ponte tra territori partito a febbraio 2023 che ha coinvolto studentesse e studenti di Matera e Catania. Il progetto, partito a febbraio, è stato realizzato grazie al sostegno del MIC, Bando Musica Jazz 2023 e ha visto la sinergia artistica fra l’associazione nazionale Il Jazz va a scuola, l’APS Onyx Jazz Club E.T.S. di Matera e l’associazione culturale Algos – Monk Jazz CLub – di Catania.

Nella prima fase, svoltasi da febbraio a giugno, il progetto ha avuto come finalità la formazione di Giovani Guide del Jazz (G.G.J.) coinvolgendo il Liceo Musicale “T. Stigliani” e l’I.C. “Minozzi – Festa” di Matera, il Liceo Classico e Scientifico “C. Marchesi” e l’I.C. “G. Parini” di Catania. Partendo dai gradi superiori si è sperimentato un processo a cascata che ha portato le Guide a partecipare attivamente, restituendo la propria esperienza agli alunni delle scuole medie, contribuendo in modo diretto a compiere un primo passo nella diffusione della musica jazz nelle giovanissime fasce di età. Gli incontri di formazione rivolti alle studentesse e agli studenti hanno previsto attività fondate sulla body percussion, finalizzate alla conoscenza di strumenti tipici delle regioni appartenenti alle relative tradizioni popolari con l’utilizzo di strumenti costruiti in Mater B, o ancora all’utilizzo dell’ocarina nel jazz.

Dopo essersi esibita a Catania mercoledì 8 novembre, l’orchestra interscolastica si esibirà nello spettacolare scenario di Casa Cava venerdì 10 novembre alle ore 17.30 con l’apertura da parte degli alunni e alunne dell’indirizzo musicale dell’I.C. “G. Minozzi – N. Festa”, seguiti dal gruppo di rappresentanza degli Istituti scolastici di Catania e dalla Combo Jazz Matera, formazione composta dagli studenti del Liceo Musicale “T. Stigliani” di Matera e guidata dal chitarrista Kevin Grieco. Un breve intermezzo dei solisti Alfio Antico e Paolo Sorge darà poi il via al momento orchestrale in cui si unirà nuovamente una rappresentanza degli alunni e alunne dell’indirizzo musicale di Matera. L’orchestra eseguirà gli arrangiamenti del Direttore Artistico del progetto, il professore Giuseppe Privitera, che ha adattato per l’occasione alcuni dei brani del cantautore siciliano Alfio Antico e che dirigerà l’orchestra interscolastica nelle due città. I giovani musicisti materani sono stati seguiti durante il percorso formativo dai docenti Giuseppe Lapiscopia, Michele Fracchiolla, Raffaele Esposto. All’incontro di Matera sarà presente anche la presidente nazionale di IJVAS, Catia Gori e la D.S. dell’I.C. “G. Minozzi – N. Festa” di Matera Professoressa Maria Rosaria Santeramo.

Nell’occasione l’Onyx Jazz Club assegnerà alle scuole coinvolte il marchio I.J.T. – Indicazione Jazzistica Tipica, un bollino di qualità che riconosce le eccellenze del territorio e l’impegno nel diffondere la musica jazz, nella valorizzazione dei talenti. A tutti i ragazzi sarà consegnato un attestato di partecipazione.

L’ASSOCIAZIONE NAZIONALE IL JAZZ VA A SCUOLA (IJVAS), nata il 13 febbraio 2019, si pone la finalità di promuovere, sviluppare, diffondere e valorizzare il linguaggio del jazz e le pratiche dell’improvvisazione e dell’invenzione, nelle scuole e all’interno delle programmazioni artistiche di festival e jazz club attraverso la creazione di spazi educational. L’intento di questa associazione è costruire una rete che metta in connessione le realtà operanti nel panorama nazionale. A tal fine l’associazione si avvale di specifici gruppi di lavoro. IJVAS è associata alla Federazione Nazionale Il Jazz Italiano. IJVAS nasce dalla consapevolezza che un vero processo di crescita sociale e culturale debba partire dalla prima infanzia e che il jazz e le musiche improvvisate, nella loro accezione più ampia, possano essere un linguaggio capace di stimolare la creatività e la libertà espressiva delle bambine e dei bambini, delle ragazze e dei ragazzi e, allo stesso tempo, essere portatore di contenuti culturali importanti. IJVAS è accreditata MIUR al Piano delle Arti.
L’associazione è presieduta da Catia Gori. Presidente Onorario Gianni Coscia. Membri del Consiglio Direttivo sono Luca Anghinoni, Angelo Bernardi, Miriam Caputo, Sonia Peana, Cecilia Pizzorno e Tullio Visioli. Altri soci fondatori sono Angelo Bardini, Paolo Damiani, Pasquale Mirra, Ada Montellanico, Mario Piatti, Giovanni Serrazanetti, Maurizio Vitali. www.iljazzvascuola.eu/ – www.facebook.com/iljazzvaascuola/

L’E.T.S. ONYX JAZZ CLUB nasce a Matera come associazione culturale nel 1985 con lo scopo di promuovere la diffusione della musica Jazz sul territorio lucano, educare le nuove generazioni all’arte e valorizzare i talenti emergenti. Dal 1987 organizza Gezziamoci, il Jazz Festival di Basilicata, una realtà consolidata che favorisce una relazione biunivoca tra artisti, patrimonio culturale e paesaggio, anche attraverso produzioni originali quali ad esempio concerti dai balconi, la sonorizzazione dal vivo di opere d’arte, i concerti all’alba nel Parco delle chiese rupestri del materano. L’associazione è suddivisa in settori culturali e si occupa, oltre che di musica, di ambiente, libri e fotografia realizzando progetti multidisciplinari e vanta una sua etichetta discografica con ben 34 produzioni, realizzate anche attraverso la formula dell’azionariato popolare. Dal 2013 è capofila del Consorzio di gestione di Casa Cava, centro per la creatività a Matera, nato da un’intuizione dell’Onyx nel 1998 e successivamente inserito nel percorso di progettazione partecipata del programma regionale Visioni Urbane. Ha partecipato alla programmazione di Matera ECoC 2019 come project leader con il progetto Suoni del futuro remoto. Dal 2021 il Gezziamoci fa parte della rete Jazz Takes the Green, promossa da GreenFest, Fondazione Ecosistemi e I-Jazz per ridurre l’impatto ambientale dei festival. Il settore didattico ha sempre avuto un ruolo centrale nelle attività dell’associazione con i corsi di musica e di educazione musicale di base rivolti ai più giovani e con progetti formativi sperimentali. www.onyxjazzclub.com – www.facebook.com/onyxjazzclub/

L’ASSOCIAZIONE CULTURALE ALGOS ha sede a Catania, nel Monk Jazz Club, e opera dal 2016 sostanziando la propria attività nell’organizzazione di concerti, festival, laboratori didattici, cineforum, masterclass, incontri di approfondimento culturale. L’Associazione offre la possibilità di fruire di incontri dedicati al cinema, alla letteratura, all’architettura sostenibile, all’arte, anche tramite la collaborazione con enti locali. Negli ultimi anni in particolare, essa ha dedicato e dedica tutt’oggi le proprie risorse alla valorizzazione del territorio limitrofo, sovente in stato di degrado e abbandono, scegliendo di svolgere alcune delle attività all’infuori della propria sede. Tra queste, le attività didattiche svolte in collaborazione con alcuni Istituti Comprensivi e Superiori della provincia abbracciano l’idea di una educazione alla bellezza e al rispetto dell’ambiente, nonché della musica come strada maestra per l’inclusione e per lo sviluppo di competenze personali e socio- relazionali. A testimonianza di quest’ultimo importante aspetto, l’Associazione ha recentemente vinto il bando “Palcoscenico Catania. La bellezza senza confini” emanato dal Comune di Catania rivolto alla valorizzazione delle periferie attraverso progetti e laboratori artistico- culturali, proponendo lezioni-concerto e incontri formativi e didattici tra gli alunni delle scuole e i musicisti ospitati nella sede del Monk Jazz Club, tra cui Paolo Fresu e Javier Girotto. Dal 2022 l’Associazione è risultata idonea per la programmazione di attività di musica jazz “Prime istanze triennali” Art. 23 comma 3 ter nel Fus. L’Associazione Algos è socia dell’Associazione Il Jazz va a Scuola e I-Jazz. www.monkjazzclub.it – www.facebook.com/MonkClubCatania/


Ufficio stampa/Press Office Gezziamoci
Simona Irene Simone

RELATED ARTICLES

Rispondi

I più letti