Un minuto di immagini di vita, felicità, fede, sorrisi, cultura impegnata che resta…come quella del restauro di un affresco, di piattini di tazzine di caffè che attendono di riprendere il ”buon giorno” e il ” buon lavoro” quotidiano dei materani e di quanti torneranno, quando ci abitueremo a convivere con gli effetti sempre in agguato ( ahinoi) del virus a corona, per gli auguri di Pasqua. A farli, con un video Michele Corazza, un imprenditore materano del settore assicurativo, di poche parole che servono per recuperare speranza e fiducia. Se ci rimboccheremo le maniche, mettendo da parte il presenzialismo e l’opportunismo dei venditori di fumo, e senza tante illusioni sugli aiuti nazionali ed europei, potremo gradualmente risalire la china. E Michele ha scelto le parole giuste per ricordare momenti e pagine di felicità, con i suoni e i colori della Festa del 2 Luglio e del fascino dei Sassi. Una goccia d’acqua… per ricordare la nostra storia millenaria e una frase beneagurante : ”Non possiamo cambiare il presente. Ma possiamo dare un contributo concreto al nostro futuro. Auguri Matera, Forza.