L’annuncio è di quelli da sbarco su Venere, visto che a Marte ci siamo già e che sono cominciati i voli commerciali che preludono a base Luna. Matera dopo il successo da capitale europea della cultura 2019 si fregerà, grazie a Openet Thecnologyes spa, del titolo di capitale internazionale per le Olimpiadi di astronomia. Non ci sono ancora le date ma dirigenti e tecnici di Openet e dalla Società Astronomica italiana (SAIt) stanno lavorando alacremente per organizzare ogni cosa a puntino. Del resto 500 studenti provenienti da 50 Paesi porteranno con loro saperi e una sete di conoscenze in un luogo passato dal neolitico al cibernetico ad applicazioni da banda larga interessanti. Per Matera una ulteriore opportunità di sviluppare relazione e, chissà, di favorire investimenti concreti che vadano oltre i visori 3D del rupestre o della marea di APPlicazioni che riempiono il telefonino, ma che poi si scontrano con difficoltà oggettive di interfaccia, conoscenza e linguaggi di relazione. Le olimpiadi di astronomia, tenendo i piedi per terra, e gli occhi al cielo con l’apporto di satelliti di vincere la scommessa di un progresso a portata di astri…

COMUNICATO STAMPA

LE OLIMPIADI INTERNAZIONALI DI ASTRONOMIA 2022
SI TERRANNO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA
A MATERA
La 25esima edizione delle Olimpiadi internazionali di astronomia 2022 sarà ospitata per la prima volta in Italia, a Matera, presso la società Openet Technologies SpA e vedrà la partecipazione di 500 studenti provenienti da oltre 50 Paesi. La scelta di Matera rappresenta una grande occasione non solo per la città dei Sassi, che continua ad affermarsi sul panorama internazionale, ma anche per lo sviluppo economico locale che vede in prima linea la società Openet Technologies Spa impegnata come centro operativo e organizzativo dell’evento astronomico.
Si tratta di una competizione scientifica tra gli studenti delle scuole superiori di tutto il mondo promossa dal Ministero dell’Istruzione – Dipartimento per il Sistema Educativo di Istruzione e Formazione – Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici, la Valutazione e l’internazionalizzazione del Sistema Nazionale d’Istruzione.
L’organizzazione è gestita da Openet e dalla Società Astronomica italiana (SAIt).
La società Openet dal 2000 opera nel settore delle telecomunicazioni e propone servizi di connettività e di telecomunicazione satellitare, servizi ICT, piattaforme tecnologiche e relativi contenuti di produzione multimediale e digitale in ambito “smart education”. Collabora con organismi che svolgono ricerca spaziale in Italia e all’estero, in particolare con l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) e Agenzia Spaziale Italiana (ASI).
La Società Astronomica Italiana (SAIt) è nata nel 1871 come Società degli spettroscopisti Italiani. E’ una società scientifica che si occupa di Astronomia e della promozione e diffusione della cultura scientifica e astronomica in Italia; è affiliata alla Società Astronomica Europea EAS che è a sua volta collegata all’Unione Astronomica Internazionale IAU.


Le attività organizzative delle Olimpiadi Astronomiche Italiane sono svolte in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), principale ente di ricerca pubblico italiano per l’astronomia e l’astrofisica. Raccoglie l’eredità culturale, e anche storica, degli osservatori astronomici e degli istituti italiani già del CNR che vi afferiscono.
L’affidamento organizzativo e operativo dell’evento internazionale alla società Openet è stato determinato dagli interessi coltivati in ambito spaziale e astronomico che da anni l’azienda porta avanti, promuovendo attività di ”outreach education”, in partnership con l’Agenzia Spaziale Europea (ESA), l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), la SAIt, l’INAF, il Ministero dell’istruzione e con l’Unione Astronomica internazionale (IAU).
Con particolare riferimento al settore astronomico, Openet si è distinta come centro propulsivo di eventi come la finale nazionale delle Olimpiadi astronomiche italiane, diventando la sede ufficiale della Scuola estiva di Astronomia “A Scuola di Stelle” che ogni anno accoglie a Matera centinaia di studenti in arrivo da tutte le regioni d’Italia.
Lo spazio e l’astronomia hanno delineato i confini di uno dei principali settori di sviluppo aziendale. Grazie alla realizzazione dell’acceleratore tecnologico Sparkme, che al suo interno ospita la Space Academy con innumerevoli iniziative promosse in campo spaziale, Openet ha accolto nel suo centro la mostra “Above & Beyond”, raccontando l’Universo agli oltre 15.000 studenti in visita. Durante la mostra, esposta nella Space Academy, a cui hanno partecipato diversi esperti di settore sono stati realizzati laboratori su tematiche STEAM che riguardano materie scientifiche come la matematica, la tecnologia, l’ingegneria, mescolate agli strumenti digitali e alla creatività artistica.

“La XXVesima edizione delle Olimpiadi Internazionali di Astronomia – dichiara Vito Gaudiano, CEO di Openet – che si terrà a Matera nel 2022 rappresenta un ulteriore passo nella divulgazione scientifica con particolare riferimento ad attività astronomiche e spaziali.
Come centro di divulgazione astronomica e spaziale siamo impegnati quotidianamente in attività di education, perseguendo missione, visione e valori aziendali condivisi dall’intero team.
Per questo – prosegue Gaudiano – abbiamo già avviato l’organizzazione dell’evento 2022, coinvolgendo tutti gli studenti lucani, e in particolare quelli dei licei scientifici e linguistici, per essere pronti tutti insieme ad accogliere più di 500 ragazzi provenienti da oltre 50 Paesi, aderendo così a un modello di confronto internazionale. Openet, da anni, porta avanti un percorso di educational che utilizza la tecnologia e l’innovazione per sperimentare forme alternative di apprendimento scolastico. Con la piattaforma tecnologica Class@Cross, sviluppata in partnership con ESA, abbiamo proposto visite culturali a distanza realizzate in live streaming per visitare osservatori astronomici, musei e parchi naturali con il coinvolgimento di esperti”.
Lo sviluppo economico in ambito spaziale e scientifico con l’applicazione di formule innovative di apprendimento vede la società materana Openet impegnata sul territorio e aderisce a paradigmi evolutivi che arricchiscono il panorama culturale e imprenditoriale locale insieme alle altre aziende del settore, come per esempio quelle che hanno sviluppato il cluster aerospaziale.
Le Olimpiadi internazionali di astronomia 2022 coinvolgeranno partner locali, nazionali e internazionali, dove ognuno contribuirà con le specifiche competenze alla buona riuscita della competizione scientifica, rappresentando un volano di crescita non solo per la Basilicata, ma per l’intero Paese.