Nel mentre qualche omofobo che non ha il coraggio di metterci la faccia e nemmeno la firma ha fatto circolare uno squallido volantino -utilizzando per altro in modo abusivo il logo di Matera2019- per vaneggiare da evidente invasato che chi parteciperà al Matera heroes pride di sabato prossimo commetterebbe addirittura un “abominio” agli occhi di Dio, continuano a piovere sostegni ed adesioni alla manifestazione.

(In copertina un’opera di Dacia Capriotti realizzata per l’occasione).

Pubblichiamo a seguire quella dell’Associazione Tolbà-Medici volontari per lavoratori stranieri :

“Tra critiche e apprezzamenti, il Matera Heroes Pride è sicuramente qualcosa di nuovo in questa città.
Questa manifestazione vuole dare voce alle minoranze ed ai loro diritti. Non bisogna avere paura delle diversità perché significherebbe aver paura di conoscere, di arricchirsi personalmente e imparare a guardare l’altro senza pregiudizio.
In questo momento storico è utile lasciar spazio a messaggi di rispetto dell’altro e di amore a prescindere dal sesso, dal colore, dalla provenienza di ciascuno di noi.
La città Capitale Europea della Cultura, attraverso questa manifestazione, dimostra che dove c’è cultura c’è spazio per la diversità, e perché no, anche per l’amore incondizionato.

Matera, 18.07.2019

Associazione Tolbà

….e quella dei Giovani Democratici di Policoro :

Sabato 20 luglio 2019, i Giovani Democratici di Policoro parteciperanno al Matera Heroes Pride 2019. La nostra adesione è una scelta di campo: non dobbiamo arretrare neanche di un millimetro sui diritti e sulle libertà conquistati in questi anni. Soprattutto quando forze conservatrici che si trovano al Governo cercano di portarci indietro di 50 anni.

In un clima insopportabile e pericoloso di insofferenze e violenze, di omofobia, razzismo, xenofobia, chiusura, costruzioni di muri e paura del diverso, vogliamo rispondere con le nostre pratiche di libertà e dire con forza che la laicità, la dignità e l’autodeterminazione delle donne e degli uomini, l’uguaglianza sostanziale dei diritti della comunità Lgbt, non sono battaglie secondarie o settoriali ma prioritarie e generali con le quali si quantifica l’avanzamento sociale, politico e culturale di un intero paese.

Molti continuano a pensare che tutto questo non li riguardi; troppo spesso, anzi, l’omosessualità è trattata con fastidio e con inaccettabili pregiudizi. Noi crediamo, al contrario, che il Pride, che si terrà questo sabato a Matera, possa e debba trasformarsi in una vera occasione non solo per la comunità Lgbt della nostra regione ma per la regione intera. Crediamo, infatti, si debbano finalmente compiere dei passi in avanti per costruire una società inclusiva, capace di riconoscere diritti, capace di costruire un nuovo patto di cittadinanza che non faccia sentire nessuno escluso, emarginato, ostacolato per il proprio orientamento sessuale.

Come Giovani Democratici, questo sabato, saremo in prima fila a Matera perchè nessuno sia più discriminato in base alla persona che ama e per celebrare insieme la Basilicata dell’Amore e della Libertà.

PS: Invitiamo tutti, giovani e adulti, a partecipare alla manifestazione ricordando, inoltre, che mancano davvero pochi posti liberi per il pulman che passerà per Policoro e che ci porterà a Matera (per qualsiasi informazione, contattateci alla nostra Pagina Facebook GD POLICORO)”

Pasquale Labollita

Segretario Giovani Democratici di Policoro