E’ la festa della musica e sabato 22 giugno sotto un cielo che si annuncia stellato la Cava del Sole si riempirà di note in crescendo, con l’ esecuzione -di livello europeo e mondiale- della 9 Sinfonia di Ludwig Van Beethoven, che sarà eseguita dall’Orchestra e da musicisti del Conservatorio “E.R Duni’’ di Matera. Senz’altro una scelta di speranza per quella Europa da riformare che ha bisogno di credibilità, lealtà,trasparenza nell’anno di Matera capitale europea della cultura 2019. Sul palco due musicisti che rinverdiscono la tradizione di una istituzione musicale fondata da Nino Rota e fatta crescere negli anni da presidi(siamo fedeli a questo termine perché il Conservatorio era e resta una Scuola di alta formazione musicale) di diverse sensibilità, che l’hanno portata a livelli di eccellenza. Ed è Saverio Vizziello, che nella capigliatura argentata ricorda il celebre Vizziello, a gestire oggi una eredità apprezzata nei teatri e nei festival di tutto il mondo. Prova ne abbiamo avuta nell’ultimo mese con la presenza di bande e fanfare di corpi militari, che annoveravano musicisti formatisi all’Egidio Romualdo Duni di Matera. Una scuola europea che fa onore alla Città dei Sassi e della musica di qualità, valorizzando le risorse locali. Sono queste le note da scrivere, senza dilapidare quattrini in nomi e realtà di nicchia, nel cartellone di una città che ha una tradizione musicale e culturale da difendere. Ultima avvertenza all’evento si accede con il passaporto di Matera, perché iniziativa coprodotta con la Fondazione, e si raggiunge Casa Cava a piedi (ve lo consigliamo) o con i bus della Miccolis pagando il biglietto da 1,50 euro. La Festa della Musica, prevede, lo ricordiamo altri eventi – con libero accesso- il giorno prima 21 giugno sempre alla Cava del Sole con il concerto di Roberto Vecchioni voluto dal Ministero, in Casa Cava e per due giorni la non stop della 8° EDIZIONE del South Italy Blues Connection promosso e finanziato dall’Associazione Musicale “Blue Cat Blues” di Potenza diretta da Donato Corbo e Rosario Claps. Senza dimenticare i quartieri – una scelta all’insegna della Musica fuori centro che l’assessore al turismo Mariangela Liantonio evidenzia- che nel Rione Spine Bianche, in Viale Francesco Saverio Nitti, nel Rione Serra Venerdì dove si esibiranno vari gruppi musicali. Una città risonante, a costi contenuti, per consentire a tanti gruppi locali di esibirsi e di avvicinare gratis, possibilmente, la gente alla musica e alla cultura.

LA NOTA DI PRESENTAZIONE DELLA NONA SINFONIA

Matera 2019, per la Festa della musica la Nona Sinfonia di Beethoven alla Cava del Sole
Sabato 22 giugno, ore 21, nella splendida Arena della Cava del Sole di Matera, in occasione della Festa Nazionale della Musica che quest’anno si svolgerà nella Capitale Europea della Cultura 2019, sarà eseguita la monumentale Nona Sinfonia di Beethoven per soli, cori e orchestra nell’ambito del progetto di Matera 2019 “Duni Europa” coprodotto da Fondazione Matera-Basilicata 2019 e Conservatorio E.R.Duni di Matera. Più di 200 esecutori tra soli, cori (coro del Conservatorio di Matera e coro dell’Accademia di Pescara) e orchestra saranno protagonisti dell’esecuzione della sinfonia di Beethoven, il cui spartito e testo sono stati dichiarati nel 2001 dall’UNESCO Memoria del mondo, mentre il tema del finale, riadattato da Herbert von Karajan, è stato adottato nel 1972 come Inno europeo. Inno che viene eseguito proprio a Matera che in questo anno 2019 è Capitale Europea della Cultura.
Rita Ciccarone soprano, Francesca Amoroso contralto, Stefano Colucci tenore e Gianluca Convertino baritono saranno i 4 solisti, tutti studenti dei corsi accademici del Conservatorio scelti attraverso una selezione interna, saranno diretti insieme ai cori e alla orchestra sinfonica da Maestro Pasquale Veleno, docente di esercitazioni corali del conservatorio materano.
L’Orchestra Sinfonica sarà formata in questa occasione da circa 80 musicisti tra allievi e docenti tutti lucani ed è il fiore all’occhiello del Conservatorio, principale protagonista musicale per la Candidatura di Matera a Capitale Europea della Cultura.
Ad oggi la formazioni orchestrale dell’Istituzione musicale materana si è esibita a New York (Carnegie Hall), Gerusalemme, Ginevra (Sala delle Nazioni Unite), Valencia, Vienna, Laiszhalle di Amburgo, Philarmonia di Berlino e lo scorso 5 maggio al Mozarteum di Salisburgo con programmi dedicati principalmente alla città dei Sassi con “l’Inno a Matera” Capitale Europea della Cultura 2019 di Vito e Mariano Paternoster, “Intanto a Matera” di Antonello Tosto e il poema sinfonico “il Canto dei Sassi” di Damiano D’ambrosio. Molte sono state gli interventi musicali dell’orchestra per Radio 3 (Materadio) non ultima l’esibizione in diretta radiofonica con Max Gazzè nel suo nuovo progetto sinfonico.
La Sinfonia n. 9 in re minore per soli coro e orchestra Op. 125, universalmente nota come la Nona sinfonia o Sinfonia corale, è l’ultima sinfonia compiuta da Ludwig van Beethoven, eseguita per la prima volta venerdì 7 maggio 1824 al Theater am Kärntnertor di Vienna, con il contralto Caroline Unger e il tenore Anton Haizinger. Il quarto tempo contiene una versione musicata dell’ode Alla gioia (An die Freude) di Friedrich Schiller, mentre i primi tre movimenti sono esclusivamente sinfonici.
È una delle opere più note ed eseguite di tutto il repertorio classico, ed è considerata uno dei massimi capolavori di Beethoven, se non la più grandiosa composizione musicale mai scritta. È stata inoltre per lungo tempo la maggiore composizione sinfonica con voci.
Ingresso all’evento con prenotazione su Matera Events e Passaporto per Matera2019.
Sarà attivo servizio navette straordinario Matera Centro-Cava del Sole. Il servizio navette non è tratta ordinaria e richiede per questo l’acquisto del biglietto. Con ulteriore nota saranno comunicati gli orari del servizio.