Ancora pochi giorni, fino alla data di chiusura del 27 settembre, per visitare la mostra “Lorenzo Ostuni. Magia della luce” allestita nelle sale di Palazzo Laurini, sede della Fondazione Laurini – Istituto del Simbolo “Lorenzo Ostuni” della città di Tito.

L’esposizione promossa dal Comune di Tito e il Comune di Matera insieme alla stessa Fondazione Laurini e alla Direzione Regionale Musei Basilicata, con il patrocinio dell’Università degli Studi della Basilicata è stata curata dalla storica dell’arte Fiorella Fiore.

La mostra nella Fondazione Laurini conserva ed espone in modo permanente già 5 specchi di Lorenzo Ostuni, donati dalla famiglia, si presenta come un completamento dell’esposizione “Magia della Luce”, partito da Roma nel 2017, con la grande rassegna ospitata a Villa Torlonia a cura di Alessandro Orlandi, e si avvale del comitato scientifico composto da Adelaide Cuozzo, Giampaolo D’Andrea, Fiorella Fiore Ostuni, Giancarlo Laurini, Giuseppina Anna Laurino, Katriona Munthe, Alessandro Orlandi, Angelica e Vincenzo Ostuni e Claudio Strinati.

L’arte di Lorenzo Ostuni, celebre in tutt’Italia soprattutto per le sue incisioni sugli specchi di cui può essere considerato pioniere, è frutto di una lunga e articolata ricerca che ha fatto di lui uno studioso di filosofia, di simbologia, delle religioni, della psicologia, tale da renderlo assimilabile a quell’uomo “universale”, tipico del periodo rinascimentale, in grado di studiare e fare proprie molte e diverse materie. I dieci specchi in mostra offrono un affresco di questa complessità, legata in particolare allo studio delle costellazioni dello Zodiaco, della Kabbalah ebraica e del Biodramma, una struttura inventata anch’essa da Lorenzo Ostuni.

Ancora due weekend, dunque, per visitare la mostra: il sabato e la domenica dalle 17.00 alle 19.00, su prenotazione, scrivendo all’indirizzo info@fondazionelaurini.org

La mostra è stata finanziata dagli sponsor: Hitachi Rail SpA (main sponsor), Vetreria Meliante, Zurich assicurazioni, L.T.R. Asphalt s.r.l., Elemaster SpA, S.M.E. elettronica srl, Gaptronic, Il Sorriso.