Tra gli eventi de Il Campanaccio 2020 a San Mauro Forte, organizzata dalla locale Pro Loco, ci sarà anche la Mostra Fotografica “QUANDO IL VINO SI FA ARTE” di Enzo Tremamondo, che sarà inaugurata Giovedì 16 Gennaio, presso Palazzo Arcieri, e vedrà la partecipazione dello chef Donato Malacarne, degustatore professionista e sommelier ufficiale AIS.

ll vino – si legge nel comunicato stampa diffuso per l’occasione dagli organizzatori– è la bevanda più antica e apprezzata al mondo, musa ispiratrice di grandi artisti e fonte di allegria per gli uomini di qualsiasi condizione sociale.

Sono moltissime le storie che si narrano circa le sue origini, alcune delle quali si perdono nel mito.
Come ad esempio quella che narra di Noè che aveva riservato alla vite un posto sicuro nella sua Arca salvandola da una sicura estinzione.

Nel corso dei secoli il vino ha rappresentato una chiave di lettura delle civiltà che si sono avvicendate e un portatore di arte e cultura.

Al Campanaccio di San Mauro Forte il vino si incontra con la fotografia.

Territori, paesaggi, vendemmia, grappoli, bicchieri, bottiglie, botti, immortalati dall’occhio clinico di Enzo Tremamondo, capace in uno scatto di far rivivere momenti ed atmosfere suggestivi.

In perfetta simbiosi, la tradizione vinicola e la fotografia daranno vita a una mostra dal titolo “Quando il vino si fa arte” che Enzo, sammaurese trasferito a Roma per ragioni di lavoro, ha inteso promuovere in collaborazione con la locale Pro Loco.

L’insieme delle immagini appare unitario e mettendo al centro il carattere collettivo del fare il vino, finisce con il rappresentare un modello di sintesi fra passato, presente e futuro.