BRAHMS SERENADE, la grande musica per orchestra da camera, il 14 novembre 2021 a Matera nella Sala Conferenze del Museo Ridola.

Protagonisti d’eccezione l’ORCHESTRA DI MATERA E DELLA BASILICATA diretta dal M° Federico Paci, nell’ambito della stagione di concerti 2021 Matera Music Festival del Lams Matera e Associazione Culturale “R. D’Ambrosio”. Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti, solo con green pass, inizio concerto ore 20.

Continua la serie di concerti del MATERA MUSIC FESTIVAL – festival musicale internazionale nei luoghi d’arte e sacri di Matera e della provincia promosso dall’Associazione Culturale “R. D’Ambrosio”, in collaborazione con il Lams, che, da agosto, ha visto esibirsi a Matera e in diversi centri della provincia artisti affermati come Fabrizio Bozzo, Julian Oliver Mazzariello, Andrea Lucchi, l’Orchestra di Matera e della Basilicata (sostenuta da Ministero per la Cultura – FUS), i giovani e giovanissimi vincitori del “Premio Lams Matera” Festival/Contest Internazionale per giovani musicisti, diversi ensemble, l’allestimento della Vedova Allegra (in collaborazione con Lucania Arte Teatro), il concerto omaggio a Piazzolla Duettango.

Questo concerto, di domenica 14 novembre vede protagonista l’ORCHESTRA DI MATERA E DELLA BASILICATA, diretta dal M° abruzzese Federico Paci, in un programma originale e di grande fascino, con l’esecuzione di 2 capolavori dell’Ottocento per orchestra da camera. Di Johannes Brahms sarà eseguita la seconda Serenata, per piccola orchestra, composta da fiati (flauti, oboi, clarinetti, fagotti e corni) e archi senza però (ed è questa una particolarità rarissima) il violino: solo viola, violoncello e contrabbasso, gli strumenti gravi della famiglia. Di Charles Gounod invece sarà proposta la “Piccola sinfonia”, un brano fresco, dolce e frizzante insieme il cui organico prevede solo strumenti a fiato.

Il direttore artistico della rassegna, il M° Giovanni Pompeo, afferma che “questo concerto segna un nuovo, importante ed alto momento di condivisone collettiva, tassello della nostra stagione di concerti, che vede protagonista la nostra Orchestra, formata da professionisti in prevalenza del territorio lucano, riconosciuta e sostenuta dal Ministero per la Cultura sin dal 2018 (F.U.S.), e sostenuta anche dalla Regione Basilicata. Dopo questo concerto l’orchestra è pronta per gli appuntamenti di dicembre e gennaio, che la vedranno nuovamente protagonista di concerti ed eventi di alto valore, dal sinfonico all’opera”.

L’Orchestra di Matera e della Basilicata, promossa e gestita dall’Associazione Culturale “R. D’Ambrosio”, è nata con l’obiettivo di offrire occupazione qualificata ai tanti giovani laureati della Basilicata e del Mezzogiorno. E’ una formazione duttile e flessibile nell’organico e nel repertorio, composta da musicisti giovani insieme ad affermati solisti e professionisti in carriera, per la grandissima parte lucani. Negli anni ha partecipato ad eventi di livello nazionale ed internazionale esibendosi anche in diretta Rai Radio Tre. Ha in repertorio programmi sacri, sinfonici, da camera, e si è distinta anche per l’attenzione alla produzione contemporanea. Di rilievo internazionale le attività dell’anno 2019 con le cerimonia di apertura di Plovdiv 2019, e i concerti “evento” di Matera 2019 con le “prime esecuzioni assolute” di nuove musiche commissionate a Georg Friedrich Haas (considerato “il più importante compositore del mondo del XXI secolo”), Nicola Campogrande e Damiano D’Ambrosio, che tanta eco hanno avuto in Italia e nel mondo. In particolare, la composizione del M° Haas, ha ottenuto premi e riconoscimenti autorevoli: il Premio Abbiati della critica musicale e l’inclusione nella Top 10 dei migliori concerti del 2019 da parte della testata specializzata “il giornale della musica”. L’orchestra è riconosciuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali – FUS (Fondo Unico per lo Spettacolo) sin dal 2018.

Maestro Federico Pacidirettore – nato nel 1964, si è diplomato in clarinetto all’età di 17 anni, perfezionandosi successivamente con i Maestri Vincenzo Mariozzi e Ciro Scarponi, sotto la cui guida ha conseguito il Diploma Superiore di Alto Perfezionamento presso l’Accademia Musicale Pescarese.
Ha poi frequentato, conseguendone il relativo titolo, il Corso Superiore di Musicologia e Pedagogia Musicale di Fermo patrocinato dall’Università degli Studi Macerata.

Da sempre si dedica al repertorio da camera e solistico tenendo numerosi recital per le migliori Associazioni e Società di Concerti sia in Italia che all’estero con musicisti del calibro di Maurizio Baglini, Michael Flaksman, Pierre Réach, Vincenzo Mariozzi, Giuseppe Albanese, Christoph Henkel, Yuri Gandelsman ed utilizzando quasi tutta la famiglia del clarinetto (dal piccolo al basso).
Ha partecipato ad importanti Festivals quali “Roma Europa 93”, “Nuovi Spazi Musicali”, “Nuova Consonanza”, “Musica Futura”, “Incontri Europei con la Musica”, “Ascoli Piceno Festival”, “Rive Gauche”, “Teatro La Soffitta” (DAMS), 35° Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano, TAU, Festival Internazionale di Camerino, Lagomaggiore Musica, Festival MI.TO.

L’attività internazionale lo ha portato a tenere concerti in Spagna, registrati e trasmessi dalla 2a Rete della RTVE, Germania alla “Tage fur Neue Musik” presso la Hochschule di Wurzburg, Austria (è stato invitato a Vienna e poi a Salisburgo, dove ha suonato nella prestigiosa sala del Mozarteum, per la 21a Edizione dello “Aspekte Festival”), Turchia (Istanbul), Francia (Marsiglia e Conservatorio di Aix en Provence), Norvegia (Grieg Hallen – Festival Music Factory), Brasile, Islanda, Scozia (Saint Cecile Hall – Edimburgo), Bilbao (Guggenheim Museum)…
In diretta radiofonica per Radio Tre Rai ha tenuto un concerto in diretta per la trasmissione “Radio Tre Suite” condotta da Michele Dall’Ongaro. Recentemente è stato ospite per due volte a Radio Vaticana.”