Anglicismi a parte, da start up a coworking, i giovani materani e lombardi con il progetto ”Hubout-Sinergie” si sono impegnati per passare dalla dimensione digitale a quella reale, con progetti da attuare nella vita di tutti i giorni e con l’auspicio che la loro esperienza possa essere replicata e seguita da altri. L’investimento è stato contenuto ma l’entusiasmo profuso non ha prezzo. Bravi. Anche perchè avete coinvolto due comunità e da cosa nasce cosa. Tant’è che i primi cittadini, gli assessori che con le rispettive strutture hanno seguito i progetti sono decisi ad andare avanti.

Sarà,infatti, un protocollo di intesa, allargato ad altri settori, a rafforzare la collaborazione avviata dai Comuni di Matera e Cinisello Balsamo (Milano) con il progetto ” Hubout -Sinergie” che ha favorito la crescita di 11 progetti di ‘coworking per la promozione di start up giovanili’ nei settori dei servizi e dell’innovazione. Lo hanno annunciato oggi il sindaco di Matera Domenico Bennardi e di Cinisello Balsamo Giacomo Giovanni Ghilardi,nel corso della conferenza stampa di presentazione dei risultati del progetto, che ha visto la partecipazione degli assessori comunali alle politiche sociali di Matera Giuseppe Sarli , alle politiche giovanili del comune lombardo Daniele Maggi e i giovani che hanno realizzato i progetti.

Per Matera sono stati 80 i giovani,di età compresa tra i 18 e i 35 anni, che si sono autocandidati. I progetti approvati sono stati cinque, tra i 22 candidati. Riguardano la cura del verde urbano, il gioco rivolto ai bambini, la manualità artistica tra gli anziani, il turismo digitale e la creazione di un museo galleria del fumetto. A Cinisello Balsano i progetti approvati sono stati sei con il coinvolgimento di 70 giovani. Riguardano l’e commerce legato all’abbigliamento per il calcio femminile, l’educazione modulare, le ripetizioni scolastiche, l’associazionismo e il turismo con una APPlicazione per trovari posti in strutture. I giovani lucani e lombardi si incontreranno domani presso l’Hub di San Rocco per un confronto su ”spazi collaborativi per l’attivismo giovanile. Il ruolo degli youth workers nelle comunità”
I progetti materani

“Noi ortadini” gestione del verde urbano per la trasformazione dei cittadini in ortadini, “Terra Builidng” per educare i bimbi a giocare utilizzando mattoncini in argilla, ”Team Art” artisti e artigiani impegnati in un laboratorio manuale per gli ospiti di rsa e case di cura nella produzione di tessuti decorati a mani, ”Work&Be” progetto nel turismo per attrarre nomadi digitali e smart workers da ovunque, ”Forza Tre”, per realizzare a Matera un museo galleria del fumetto.

E quelli lombardi

“Poy-Point of Youth” (punto di riferimento per i giovani che vogliano investire su stessi, Ripet Hub (ripetizioni per quanti le chiederanno), “The Crimpo& The Good Lige “(pacchetti di viaggio alla scoperta dell’Italia, “Lady soccer shop” (commercio elettronico per abbigliamento femminile), “Lome” (appartenenza e coinvolgimento) per lavorare con il pc da casa e non solo), “Insieme.e – Media Education” (basta la parola educazione da e con i media)

COMUNICATO STAMPA

“SINERGIE” TRA MATERA E CINISELLO BALSAMO PER PROMUOVERE L’IMPRENDITORIALITÀ GIOVANILE
Tre giorni dedicati alle startup e agli spazi di collaborazione tra giovani nell’ambito del concorso “HubOut” promosso dall’Anci (Associazione nazionale comuni italiani) e del quale i Comuni di Matera e Cinisello Balsamo, in gemellaggio, sono risultati vincitori.

Questa mattina, nella Sala Mandela del Municipio, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa con i giovani imprenditori che, grazie alle loro idee di impresa, hanno avuto l’opportunità di essere incubati nel percorso di formazione di HubOut, condividendo esperienze e risultati dei percorsi avviati.

Alla conferenza stampa – insieme al sindaco, Domenico Bennardi, e all’assessore alle Politiche sociali, Giuseppe Sarli, – hanno preso parte anche il primo cittadino di Cinisello Balsamo, Giacomo Giovanni Ghilardi, e l’assessore alle Politiche giovanili del Comune lombardo, Daniela Maggi.
“Grazie a questa iniziativa – ha spiegato il sindaco, Domenico Bennardi – gruppi di giovani talenti provenienti da tutta Italia (studenti, liberi professionisti, animatori culturali con l’interesse di sviluppare attività di impresa) stanno seguendo un percorso che tende ad evitare la dispersione dei ragazzi dal territorio, e consentire ai partecipanti di acquisire strumenti e metodi necessari allo sviluppo di competenze imprenditoriali nonché allo sviluppo delle proprie idee di impresa. Una opportunità – ha proseguito Bennardi – per accrescere le competenze imprenditoriali e avviare azioni di supporto all’auto-imprenditorialità e all’autoimpiego, attraverso idee e progetti dal forte impatto sociale, culturale ed economico. Il percorso di educazione imprenditoriale e accompagnamento all’impresa denominato Entrecomp Lab Senior – ha proseguito il sindaco di Matera – è stato condotto dal partenariato locale di progetto costituito dal Comune di Matera, dal Cluster Basilicata Creativa (in collaborazione con la struttura del Comincenter), dall’Associazione Generazione Lucana e dalla Provincia di Matera. Di fatto – ha concluso Bennardi -, con questo progetto il Comune di Matera ha avviato una nuova stagione di politiche giovanili, attenta ad educare al concetto di impresa per generare occupazione e sviluppo sul territorio di Matera e della Basilicata”.

“Cinisello Balsamo e Matera si sono unite in questo progetto, hanno raccolto la sfida nel 2020 lanciata da Anci – ha affermato il primo cittadino lombardo Giacomo Giovanni Ghilardi -. Sinergie è il nome del bando che è stato vinto, con il miglior punteggio italiano, grazie non solo alla lungimiranza e alla visione di questo progetto ma anche al lavoro di sinergia, appunto, una rete di giovani, imprenditori, realtà associative, realtà del territorio e della comunità. Il risultato delle sfide raccolte con questa esperienza – ha aggiunto -, dalla formazione, all’avvio all’imprenditorialità, la creazione di professionalità verso il mondo del lavoro, la cultura, il sociale, è uno stimolo ad andare oltre al termine di questo progetto. Cinisello Balsamo e Matera sono un esempio per il nostro paese e vogliamo lanciare qui oggi l’idea di creare un protocollo d’intesa tra i due comuni per dare continuità a progetti di condivisione di best practices, di messa in rete di competenze, di lavoro con le imprese. Grazie ai giovani che si sono messi in gioco, che hanno deciso di guardare al proprio futuro, di essere esempio per altri giovani. In una società che continua a cambiare – ha concluso Ghilardi -, per costruire il domani a lungo termine di una città, puntare sui giovani è vincente. Creatività, innovazione, sfide si raccolgono solo se sono all’altezza dei sogni che abbiamo”

La tre giorni – iniziata ieri – terminerà sabato 9 ottobre con un evento aperto alla città dal titolo “Spazi collaborativi per l’attivismo giovanile – il ruolo degli youth workers nelle comunità”, che si svolgerà a partire dalle ore 10,00 presso la sala conferenze dell’Hub di San Rocco in via San Biagio.

Il percorso del progetto “HubOut” è stato finanziato nell’ambito del programma dell’Anci denominato “Sinergie”; ha previsto anche la creazione di uno spazio-laboratorio per i giovani, che ha sede in piazza Matteotti, e nel quale il Comune di Matera ha potuto stimolare l’organizzazione di iniziative rivolte ai giovani e all’educazione imprenditoriale e digitale, favorendo azioni di ricerca e innovazione che coinvolgono i giovani, le imprese e gli organismi di ricerca.

Matera, 8 ottobre 2021