Pubblichiamo a seguire una nota di Vito Maragno che a nome della Funzione Pubblica-CGIL materana interviene sul mancato pagamento -ancora ad agosto- agli operatori ecologici del Comune di Montescaglioso dello stipendio di giugno (che doveva essere liquidato entro la metà del mese successivo) e di parte della 14 mensilità 2019.

AGOSTO STIPENDIO NON TI CONOSCO!!
Montescaglioso: i netturbini protestano per il mancato pagamento dello stipendio di giugno

“Ci risiamo!!!! I lavoratori addetti alla raccolta e smaltimento rifiuti nel Comune di Montescaglioso -servizio gestito dalla Progettambiente – ci segnalano, ancora una volta, che non è stato loro corrisposto lo stipendio del mese di giugno 2020 che ai sensi del vigente CCNL deve essere corrisposto entro il 15 del mese successivo.

Non sappiamo da cosa dipenda il mancato pagamento; se dall’azienda o dal Comune. L’unica certezza è che al 7 di agosto agli operatori non sono ancora state pagate le retribuzioni di giugno, a questo aggiungiamo che alcuni lavoratori avanzano ancora parte della 14.ma mensilità dell’anno 2019. La misura è ormai colma!!!!

Con una nota inviata in data 3 agosto all’impresa, al Comune (Ente appaltante) e alla Prefettura abbiamo stigmatizzato la situazione. La richiesta di intervento del Prefetto, per risolvere la vertenza, nasce dall’esigenza di evitare proteste spontanee.

Gli operatori, in questo momento straordinario del Paese, dovuta all’emergenza Covid19, hanno garantito al meglio il servizio pubblico essenziale quale è appunto la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti. Adesso, però, siamo all’assurdo che non possono garantire le esigenze primarie delle loro famiglie. Vogliamo ricordare che siamo in presenza di lavoratori la cui maggioranza a contratti part time ed è monoreddito.

Pertanto, se la vertenza non si dovesse risolvere a breve saranno convocate assemblee sindacali a fine turno per discutere nuove forme di protesta per il mancato pagamento delle retribuzioni.”

Vito MARAGNO

FP CGIL MATERA

Sulla vicenda, comunque, ad onor di cronaca si registra (dalla pagina facebook del Comune)  un post del Sindaco in risposta ad una simile richiesta da parte del gruppo consiliare “Monte in Testa” in cui si afferma che:

1-il comune avrebbe effetuato il mandato di pagamento in favore della ditta  che gestisce il servizio in data 23 luglio 2020;

2-che la ditta avrebbe dato assicurazioni al Sindaco stesso di un prossimo immediato pagamento delle spettanze.