martedì, 23 Aprile , 2024
HomeEconomiaD’Arpa ( Btm Italia): Turismo? Tanta formazione, competenza e professionalità. E Matera…

D’Arpa ( Btm Italia): Turismo? Tanta formazione, competenza e professionalità. E Matera…

Sono parole, temi e obiettivi, supportati da organizzazione e continuo monitoraggio, che il ceo di Btm Italia, Nevio D’Arpa, ripete come un mantra, che deve essere la stella polare di chi tutti i giorni -e guardando al futuro – naviga nel mare non sempre calmo dell’industria delle vacanze. E del resto per un salentino come lui, abituato a guardare cosa accade aldilà dello Jonio e dell’Adriatico, con tante situazioni nazionali e internazionali che inducono a organizzarsi e a muoversi per tempo, occuparsi di turismo a tempo significa dispensare buone pratiche a quanti vogliano stare su un mercato, quello dell’industria delle vacanze, che non consente distrazioni e richiede tanta organizzazione. E Matera, dove la Business tourism management ( Btm) ha tenuto una ‘’interazione’’ , in collaborazione con il Comune, come ha fatto in altre città, su temi dedicati e incontri tra operatori,è stato il luogo per capire dove va il settore, alla luce dei ‘’cambiamento’’ imposti da clima, conflitti, economia, e come muoversi per parare i colpi. Tutto questo in vista dell’appuntamento annuale, siamo alla decima edizione, che si terrà alla Fiera del Levante di Bari, dal 27 al 29 febbraio 2024. E per quella data tanta carne al fuoco, visto che la gastronomia è uno dei punti di forza dell’offerta turistica del Mezzogiorno.
“Siamo in una fase di ‘adattamento’- dice Nevio D’Arpa. Ci apprestiamo a concretizzare tutta quella parte che riguarda l’innovazione tecnologica, la digitalizzazione. Ci stiamo affacciando alle opportunità dell’intelligenza artificiale, da valutare perchè la macchina deve essere a sostegno dell’uomo che deve restare protagonista dei processi. Le professionalità, le risorse umane sono il cuore e il motore della Btm come abbiamo fatto a Matera , con 110 sellers della Città dei Sassi che hanno incontrato i buyers, partecipando alla formazione, incontrandosi e confrontandosi, stringendosi la mano . E questo è fondamentale. Necessaria è la tecnologia: dai check in on line ad altri strumenti per velocizzare tutta la parte burocratica , insieme alla comunicazione che era e resta importante. Parliamo di adattamento – precisa- che è climatico, sostenibilità e tutti gli operatori devono tenere conto di questi aspetti . Il Pianeta invia segnali precisi. E’ un periodo in cui si lavora sul trekking ,sul bike,sul turismo esperenziale , sportivo soprattutto al Sud, con il tempo che tiene e consente di destagionalizzare. Ormai si può lavorare tranquillamente per nove mesi l’anno e con un clima accettabile e poi, naturalmente , quanto si fa per eventi della tradizione come Natale e Carnevale. Si può lavorare con continuità . Per cui occorre creare prodotti che possono attrarre visitatori tutto l’anno’’

Una tendenza precisa, che occorre organizzare per bene e monitorare con continuità, in relazione a quanto accade a tutte le latitudini e con situazioni che vanno affrontate per tempo.
“Con la crisi e l’impoverimento del potere di acquisto delle famiglie italiane – continua il Ceo di Btm Italia- si guarda all’estero, dove la ”sofferenza” pare essere minore che da noi. In questo momento Stati Uniti,Brasile, Perù stanno dando buoni risultati, perchè quello che sta accadendo in Medio Oriente o dall’Est europeo consigliano di guardare a Occidente . C’è un incremento di flussi di paesi come la Cina, ma vedremo.In Italia è sempre forte l’interesse per città d’arte consolidate come Roma, Venezia, Firenze e Milano business e per il Sud Italia, dove si sta delineando un circuito che da Napoli-costiera amalfitana tocca Matera e raggiunge la Puglia. Destinazione South italy. E qui occorre lavorare per creare prodotti che possano allungare i pernottamenti che al momento è di due giorni, salvo poi per chi allunga per il mare. Per le città d’arte la media 1-2 notti, considerando che Firenze ha una media di due .

Prodotti per incrementare ? Senz’altro quello culturale, creando circuiti che mettano in rete teatri , musei e altro, accompagnati dall’offerta gastronomica, perchè l’Italia ha un appeal particolare sotto quest’aspetto e il Sud, sotto questo aspetto, è una miniera. Sta, poi, crescendo la destination wedding, il turismo delle destinazioni per i matrimoni , per cerimonie private soprattutto. Per il futuro occorre lavorare su questo, ma anche su quegli aspetti che fanno parte dell’offerta come il decoro urbano, i trasporti, evitando che la frequenza di voli del periodo estivo cessino a settembre . E su questo aspetto occorre capire che le compagnie aeree non si muovono solo per incoming ma devono farlo anche in out going, portando passeggeri nel viaggio di ritorno. E’ una questioni di cosie che si riflette sulle tariffe e su questo c’è da lavorare . La Btm a Bari, a febbraio 2024, avrà una sezione trade tenendo conto che in Italia, laddove ci sono le linee ad alta velocità, si sta affermando il treno come mezzo di trasporto conveniente. Al Sud siamo indietro e occorre, che anche la politica faccia la sua parte. Matera sotto questo aspetto è svantaggiata e mi dispiace. Da Napoli in sù ci si muove solo in treno con città collegate in poche ore. C’è un grande aumento del mercato crocieristico, che consente di incrementare le escursioni, ma con pochi vantaggi per l’economia locale però è un bel movimento”
Dal vecchio problema dei limiti infrastrutturali alla cultura d’impresa, che in Basilicata, tranne poche lodevoli eccezioni è il tallone d’Achille del comparto. L’improvvisazione, il fai da te, non pagano e finiscono con il creare la cultura dell’attesa o sfociare in protagonismi deleteri, del sembrare più che del fare, cullandosi nella dimensione del ‘’tanto a Matera i turismi, comunque arrivano…’’ Alcune iniziative a sostegno dell’offerta ci sono, ma non c’è il monitoraggio sulle ricadute ‘’economiche’’ e di ‘’gradimento’’. E allora abbiamo chiesto a D’Arpa consigli , a cominciare dagli operatori turistici.

“Senz’altro la formazione – dichiara- perchè i turisti sono informati, stanno attenti alle fregature. Si aspettano che il rapporto qualità-prezzo per i servizi sia di pari livello, poi la conoscenza delle lingue e adeguare i servizi all’innovazione tecnologia, che è in continua evoluzione. I grandi Ota, come Airbnb, booking e altri, hanno retto finora il mercato turistico. Ma occorre ”disintermediare” perchè una buona fetta di risorse, di introiti . Serve un salto di qualità, di cultura di impresa e formazione di qualità per raggiungere questo obiettivo, perchè nel settore turistico contano professionalità, competenze ed esperienza. Chi riesce a farlo potrà allargare l’offerta e fidelizzare il cliente, con quella struttura che è in grado di offrire altri servizi che accrescono le presenze e invoglieranno a consigliare amici a servirsi di quella o quelle strutture dei territori.E poi la ”personalizzazione” della vacanza. Occorre tener conto che il turista ha esigenze diverse ed è importante che gli operatori siano in grado di soddisfarle’’
Siamo a Matera ed è naturale chiedergli una valutazione su quello che potrà fare con una organizzazione da mettere a punto.

“Matera è una perla – afferma il Ceo di Btm italia- che è progredita con la candidatura a capitale europea della cultura 2019. E’ un gioiello, ma resta isolata, deve potenziare l’offerta e ha le possibilità per farlo in una regione che ha diverse potenzialità. A cominciare dalla cultura, senza dimenticare il cinema che ne fanno uno dei set più preferiti. Ma se si aggiungesse. per esempio, il mare che è a pochi chilometri sarebbe un ulteriore passo avanti. Perché, con la buona stagione, i turisti che vengono a Matera devono scendere in Puglia o in Calabria per andare al mare ? Occorre creare un prodotto, nell’offerta, che comprenda anche il mare , insieme alla gastronomia, cultura. E qui occorre organizzarsi con le competenze giuste per programmare e proporsi. Faccio i complimenti al direttore dell’Apt Antonio Nicoletti . E’ persona preparata. Sta facendo operazioni di marketing importanti . Sono stati al TTG dove sono stati primi per la digitalizzazione , facendo investimenti importanti come con la Walt Disney con Topolino . Stanno differenziando la promozione. A breve avremo anche un prodotto interessante come il turismo delle radici. E’ importante quando ci sono persone così preparate e che hanno la passione per le filiere di una regione.

Poi si tratta di seguire, fare sistema e lavorare con professionalità,competenza. programmazione, come è stato fatto anni fa in Puglia e prima ancora in altre regioni, stimolando imprenditori e politica a lavorare insieme. Il turismo è un settore in cui nulla va lasciato al caso: occorre vigilare sul ”nero” su qualità e continuità dei servizi, sulle dinamiche dei prezzi e via elencando. Fondamentali sono la formazione e la professionalità. Gli operatori devono essere pronti a cogliere le opportunità del mercato e i dati sono fondamentali . Conoscerli in tempo reale significare non perdere terreno, competitività e intervenire su quella voce o segmento che non sta andando bene e capire perchè da quel mercato o in quel periodo non arrivano turisti? Serve lavorarci a tempo pieno. Niente improvvisazioni, oggi con i social si sa tutto e se ci sono carenze influiscono negativamente sull’offerta e poi è ce ne vuole per recuperare. Ecco perchè servono professionisti del turismo’’. Non a caso il Comune di Lecce gli ha affidato la stesura del Progetto strategico per il turismo. Lungimiranza, esperienza e competenza sono scelte obbligate se si vogliono risultati e programmazione continua in un settore importante per l’economia locale.

DI COSA SI E’ DISCUSSO A MATERA NELLA GIORNATA DEL 15 NOVEMBRE
PROGRAMMA BTM INTERAZIONI MATERA 15 novembre – Hotel Alvino 1884 – Sala Ipogeo Ore 15:00
Introduce Mary Roberta Rossi – Event Manager BTM Italia
Ore 15:30 MERCATI ESTERI: ESSERE ACCOGLIENTI PER DIVENTARE COMPETITIVI Interviene: Nicola Romanelli – Fondatore e Presidente di Travel Hashtag Modera: Mary Roberta Rossi – BTM Italia
Ore 16:20 BRAND REPUTATION, DATI E AI PER UNA DESTINAZIONE PERFORMANTE: come si misura la reputazione di un territorio? quali strumenti abbiamo oggi per capire se la destinazione è abbastanza attrattiva e risponde alla domanda dei viaggiatori? Interviene: Mario Romanelli – Sales Director The Data Appeal Company
Ore 16:50
SFRUTTANDO LE OPPORTUNITA’ DELL’ERA DIGITALE: strategie innovative per la ge stione dell’industria alberghiera L’era digitale ha rivoluzionato il mondo degli affari e ha aperto nuove prospettive per le imprese alberghiere a Matera e oltre. In questo speech, esploreremo diverse sfac cettature di questa trasformazione, focalizzandoci su tre aspetti chiave: Big Data, Busi ness Intelligence e l’evoluzione del listino con l’utilizzo del Revenue Management System (RMS). Intervengono: Alessandro Stefanio – CEO & Founder di As Hospitality Management, General Manager di Tenuta Centoporte e docente ITS Giacinto Marchionna – Amministratore Turismore, Revenue & Marketing per Boutique Hotels Gianluca Metrangolo – docente e formatore, Director of sales in Epoca Collection

Ore 18:00 PRODOTTI E NUOVI MERCATI: ECCO LA SFIDA DEL FUTURO! La diversificazione dell’offerta è un tema di grande attualità. Le destinazioni saranno in grado di essere competitive a livello internazionale, mantenendo la loro autenticità, evitando quindi la globalizzazione? Intervengono: Tiziana D’Oppido- Assessore al Turismo di Matera Domenico Bennardi – Sindaco di Matera, Antonio Nicoletti – Presidente APT Basilicata Antonio Marzano – esperto di Wedding Destination e Direttore del magazine domani misposo
Introduce e modera: Roberto Micera – Professore di marketing territoriale Università della Basilicata
Al termine delle InterAzioni, è seguito un momento conviviale a cura di BTM Gusto – sezione di BTM dedicata al Turismo Enogastronomico – con alcune eccellenze del territorio

RELATED ARTICLES

Rispondi

I più letti