POMARICO – Il Rumore inciso della giovane artista lucana, Angelica Vitella, premiata alla Biennale d’Incisione. Sabato scorso, s’è tenuta la premiazione in remoto dove sono stati insigniti i due vincitori di “Destinazione Lab”, il concorso online a giuria popolare che ha decretato le due migliori opere tra le 49 presenti all’undicesima Biennale d’Incisione; concorso che metteva in palio due stage formativi presso la stamperia Giancarlo Busato di Vicenza e Il Laboratorio di Nola/Napoli di Vittorio Avella e Antonio Sgambati.

Un riconoscimento unico, attraverso il quale i vincitori potranno con questo premio confrontarsi col mondo del lavoro nelle due note stamperie internazionali, per affinare tecniche e stimolare la creatività. L’evento di premiazione ha annunciato i nomi: Kristaq Kita (studente dell’Accademia delle Belle arti di Perugia), primo classificato con “Frammento n. 5”, che propone una riflessione sui brandelli della vita in un interno familiare e Angelica Vitella (studentessa dell’Accademia delle Belle arti di Napoli), di Pomarico, con “Rumore”, che sottolinea “l’assordante frastuono del silente segno inciso”.

I due artisti saranno seguiti regolarmente durante il loro percorso “attraverso l’invio di video interviste, foto o filmati del lavoro quotidiano, che verranno regolarmente pubblicati per motivi di trasparenza, ma anche di conoscenza”, è spiegato durante la consegna on-line del riconoscimento. Recentemente, da queste parti soprattutto, Vitella ha donato un murales alla comunità pomaricana, che si può rintracciare in un posto della circonvallazione extra-muraria del paese. Opera da apprezzare insieme alle altre realizzate per l’evento lanciato col titolo significativo assai: “Cosa vedi oltre il muro?”. Appuntamento voluto dall’associazione Turn Around e patrocinata dal Comune di Pomarico.

Ma recentemente, anche Miglionico ha potuto apprezzare il talento e la bravura d’Angelica Vitella, che ha realizzato una sua opera d’arte in Piazza Popolo durante un appuntamento culturale. Quadro poi donato al parroco del paese del Castello del Malconsiglio, tra l’altro. Il riconoscimento ricevuto da Destinazione Lab sarà sicuramente il primo di molti altri che arriveranno.